Rassegna Stampa

Roma, poche luci ma Spalletti è sicuro: «Pronti per il Porto»

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 11-08-2016 - Ore 07:36

|
Roma, poche luci ma Spalletti è sicuro: «Pronti per il Porto»

CORRIERE DELLA SERA - PIACENTINI - Poche luci, alcune ombre e qualche esperimento. Non è dall’amichevole vinta ieri sera 1-0 (gol di Federico Fazio) contro il Latina (oggi alle 18 si replica a Trigoria contro il Fondi) che Luciano Spalletti aspettava tutte le risposte, ma alcune indicazioni in vista del preliminare di andata di Champions League col Porto sono arrivate. «Per quella gara saremo pronti - l’analisi a fine gara dell’allenatore - quando avremo tutti i titolari a disposizione non ci saranno problemi. E’ stato un buon allenamento, sono contento della prova di Fazio, Vermaelen e Jesus: hanno qualità e noi ne avevamo bisogno». Tra le note positive della serata: 1) ha funzionato la difesa irrobustita dalla presenza di Juan Jesus sulla fascia sinistra, con Vermaelen e Fazio (esordio con gol di testa su calcio d’angolo) al centro; 2) senza tanti titolari - Salah, Dzeko (per un leggero problema alla schiena), Manolas, Strootman, De Rossi ed El Shaarawy sono partiti dalla panchina -, Diego Perotti ha dimostrato di essere un calciatore fondamentale; 3) la duttilità di molti calciatori consente alla squadra di cambiare modulo in corsa. Spalletti ieri ha cominciato con la difesa a 4 (Florenzi, Fazio, Vermaelen e Juan Jesus), è poi passato a quella a «3 e mezzo» con Florenzi più alto e il brasiliano più vicino a Vermaelen, prima di affidarsi al 3-5-2 dopo l’inserimento di Emerson Palmieri. Tra le note negative: 1) fuori dal campo i cori dei tifosi romanisti contro il presidente Pallotta; 2) in campo le prestazioni di Iturbe e Paredes. Il primo è sembrato ancora un corpo estraneo rispetto al resto della squadra, alla ricerca di una sintonia con i compagni che per il momento non c’è. È sul mercato (piace a Bologna, Atalanta e Sassuolo) ma prestazioni come quelle di ieri sera non aiutano. Il secondo dovrebbe far girare la squadra, ma ancora non riesce a trasmettere in campo l’idea di calcio di Spalletti: anche per questo la Roma potrebbe accettare le offerte che continuano ad arrivare. L’ultima, in ordine di tempo, è quella del Leicester, pronto a pagare i 20 milioni chiesti dalla società giallorossa.

Fonte: Corriere della Sera - Piacentini

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom