Rassegna Stampa

Roma, Prove di Pace tra Pallotta e i tifosi

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 11-11-2015 - Ore 09:47

|
Roma, Prove di Pace tra Pallotta e i tifosi

CORRIERE DELLA SERA – PIACENTINI - Prove tecniche di pace tra James Pallotta e i tifosi della Roma. Dagli Stati Uniti il presidente giallorosso, intervenuto ai microfoni di Roma Radio, ha voluto chiarire il senso di alcune sue dichiarazioni rilasciate dopo il derby di domenica scorsa vinta dalla sua squadra per 2-0 («Mi sono chiesto, la curva dove sta?») nei confronti della tifoseria, ancora una volta assente sugli spalti ma presente domenica mattina sotto l’albergo in cui era in ritiro la squadra, per incitarla. «Ho trovato bellissimo - le parole di Pallotta - che i tifosi, nonostante i loro problemi e la loro protesta, abbiano avuto la voglia di andare lì per sostenere la squadra. Avevo semplicemente detto che con i miei collaboratori stavamo guardando la partita e avevamo formato una sorta di curva Sud. Senz’altro non era quello lo spirito con cui ho fatto quelle affermazioni, stavo semplicemente scherzando». 
Lo spettacolo sugli spalti offerto nel derby, però, non vorrebbe più vederlo. «Stiamo lavorando per trovare una soluzione a questo problema - ha continuato Pallotta - La prossima settimana sono in calendario degli incontri con il prefetto Franco Gabrielli. I nostri tifosi ci mancano, abbiamo un bel gruppo ma non è la stessa cosa senza di loro, e speriamo che questa soluzione sia davvero vicina. Non sono contro i veri tifosi, mentre avrò sempre dei problemi con chi fa male alla squadra, denigra e infanga i nostri giocatori, e magari li chiama sotto la curva per insultarli».
Il presidente giallorosso era atteso a Roma, la settimana passata, proprio per il derby, ma è rimasto negli Stati Uniti per completare il dossier sul nuovo stadio, che dovrà integrare il progetto già presentato al Comune. A raggiungerlo è stato invece il direttore generale Mauro Baldissoni, con cui si sta confrontando anche sulle strategie di mercato per rinforzare la squadra a gennaio. 
La sensazione che respira anche Pallotta da Boston, è quella di un’occasione concreta per vincere finalmente qualcosa. «Tutto sta andando per il meglio. Garcia e il suo staff stanno lavorando bene, anche sul profilo tattico. I giocatori, soprattutto quelli nuovi, stanno sempre più affinando l’intesa. Il derby è stato la migliore gara della stagione, la squadra sembra crescere sempre di più, è in gran forma, corre per novanta minuti. Sono davvero fenomenali». 
Mentre i manager lavorano in America, Rudi Garcia a Trigoria ha ripreso a farlo con la squadra. Senza i 12 calciatori impegnati con le rispettive nazionali - tra di loro Nainggolan che ha espresso tutta la sua gioia («È un momento che non potrò mai dimenticare») per aver indossato la fascia da capitano - ma con Francesco Totti, che ha ricominciato a correre. In gruppo Keita e Maicon, lavoro personalizzato per De Rossi e Strootman mentre Salah ha iniziato la fisioterapia per recuperare dalla lesione alla caviglia.

Fonte: CORRIERE DELLA SERA - PIACENTINI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom