Rassegna Stampa

Roma, rivincita sulla Juve: Nainggolan è giallorosso

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 07-01-2014 - Ore 19:28

|
Roma, rivincita sulla Juve: Nainggolan è giallorosso

Colpo a effetto del ds Sabatini, che dopo la sconfitta sul campo, vince sul mercato strappando ai bianconeri il belga. Al Cagliari 9,5 milioni per la comproprietà. Nel pomeriggio la firma del contratto.

La partita sul campo l'ha stravinta la Juve, la Roma però si è presa la rivincita sul mercato: dalla serata di lunedì, Radja Nainggolan è un giocatore giallorosso e oggi è arrivato nella capitale. Il volo Alitalia AZ1562 che il centrocampista da Cagliari a Roma è atterrato al Terminal 1 di Fiumicino alle 15.29: ad attendere il centrocampista, oltre a cento tifosi circa che lo hanno "vestito" della sciarpa giallorossa, anche l'auto del club e il dirigente Tempestilli, che lo ha accompagnato a Trigoria, dove lo attendeva per la stretta di mano il tecnico Rudi Garcia: prima tappa romana prima delle visite mediche al Campus Biomedico, in programma intorno alle 16.30.

Un colpo a effetto, non fosse altro per quante pretendenti erano piombate sul giocatore nelle ultime ore, e per la cifra messa sul piatto dal direttore sportivo Sabatini, autentico regista dell'operazione fin dalla notte di domenica. In tutto, 9,5 milioni di euro per la comproprietà, pagamento in realtà differito a giugno, grazie a un prestito oneroso da 3 milioni subito con riscatto della metà del mediano fissato a 6,5 milioni. Gli accordi nella giornata di lunedì, con due appuntamenti fissati con il ds del Cagliari Salerno e un pranzo con Radja e il suo agente Beltrami. La migliore risposta al ko nel match scudetto di Torino, fortemente voluta dalla dirigenza al completo: così, mentre Baldissoni definiva i premi scudetto con Totti e De Rossi, Sabatini chiudeva il colpo dal Visconti hotel di Milano. 

Mancava solo il "sì" di Cellino, che ha tenuto con il fiato sospeso il direttore sportivo fino a pochi minuti prima delle 23. Poi, il via libera del presidente sardo certificava il primo, grande colpo del mercato invernale. Strappato all'agguerritissima concorrenza della Juventus (il Napoli aveva effettuato più un'operazione di disturbo che un tentativo convinto): Cellino era in parola con Marotta, che però avrebbe voluto portare a termine l'operazione in estate, e ha lavorato sotto traccia per convincere il Cagliari. L'assalto quasi feroce di Sabatini ha chiuso però la partita prima che potesse davvero entrare nel vivo.


MARTEDI' A ROMA - Nainggolan è arrivato a Roma intorno alle 15.30. A seguire, visite mediche al Campus Biomedico, poi la firma sul contratto e forse un breve tour per dare un'occhiata a qualche abitazione, verosimilmente in zona Casal Palocco, magari insieme alla fidanzata Claudia. Giovedì Nainggolan dovrebbe essere in tribuna per la gara di coppa Italia con la Sampdoria, ma già domenica contro il Genoa potrà essere in campo: in fondo, Garcia dovrà trovare una soluzione per sostituire in mediana lo squalificato De Rossi, e il grande colpo di mercato di Sabatini sembra cadere appena in tempo per essere utile alla causa. Più di Bradley, che ormai da più di due settimane ha chiesto di essere ceduto. Vuole giocare per arrivare in forma ai mondiali, e in Germania almeno due club sono pronti a garantirgli l'occasione di farlo. La Roma, che in estate ha rifiutato quasi 7 milioni dal Sunderland, ora è pronta a cedere. Schalke e Leverkusen aspettano. Intanto è sbarcato a Roma anche Leandro Paredes, preso in prestito con diritto di riscatto a 4 milioni e mezzo: sciarpa giallorossa al collo, per la maglia dovrà invece aspettare l'estate (a Trigoria non possono tesserare altri extracomunitari). Nel frattempo potrebbe giocare i prossimi sei mesi in prestito nella Samp. Ceduto Romagnoli: va a giocare nello Spezia. Proposto Borriello alla Fiorentina, che però nicchia.

Fonte: Repubblica.it - MATTEO PINCI e MATTEO MONTI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom