Rassegna Stampa

Roma testerà le telecamere intelligenti contro i violenti

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 09-08-2016 - Ore 06:28

|
Roma testerà le telecamere intelligenti contro i violenti

LA GAZZETTA DELLO SPORT - STOPPINI - Calma e gesso: non serviranno le impronte digitali per entrare allo stadio Olimpico. Il giallo è durato giusto qualche giro di lancetta, ieri pomeriggio, sufficiente per scatenare le reazioni di qualche tifoso o presunto portavoce. Le impronte non sono previste nel sistema di rilevamento biometrico che, nelle idee delle forze dell’ordine, azzererà i reati da stadio all’Olimpico. Roma si mette così al passo di diversi altri impianti d’Europa: nella Liga la sperimentazione è partita un anno fa, anche in Austria il sistema è operativo.

Come funziona È quanto deciso nella riunione di ieri mattina in Prefettura del Comitato per l’ordine e la sicurezza, alla quale hanno partecipato anche Roma e Lazio. In che cosa consiste il rilevamento biometrico? Per il tifoso non cambierà nulla. Le telecamere all’ingresso di ogni tornello, già presenti da due stagioni, continueranno a riprendere i volti di ogni singola persona. Muterà l’utilizzo di quelle immagini da parte delle forze dell’ordine. Perché le telecamere saranno collegate a un software in possesso della Polizia e in sostanza rileveranno i tratti somatici dell’individuo all’ingresso dello stadio. Le immagini saranno utilizzate solo in caso di incidenti, o comunque per qualsiasi reato da stadio: per esempio, potranno essere usate anche per le sanzioni del cambio posto. In caso di infrazione, altre telecamere all’interno dell’Olimpico metteranno a fuoco il volto del colpevole: a quel punto queste ultime immagini saranno confrontate con quelle all’ingresso, regalando alle forze dell’ordine un’identificazione sicura del tifoso, o comunque con un margine d’errore assai ristretto. Le immagini dei singoli individui non costituiranno un database: d’accordo con il Garante della privacy, saranno distrutte al massimo 7 giorni dopo l’evento, salvo diverse disposizioni (in caso di incidenti, ad esempio). È, in definitiva, un rovesciamento dell’ottica della prevenzione da stadio: le telecamere, fino alla scorsa stagione, riprendevano con un filmato continuo tutti gli spettatori, che poi sarebbero stati individuati successivamente in caso di reato. Qui la Polizia fa un lavoro preventivo che accelera l’identificazione.

Altre misure Il nuovo sistema sarà in vigore anche per le gare europee. La riunione di ieri è servita anche per confermare le barriere nei due settori di curva e per modificare le modalità di arrivo all’Olimpico: chi vorrà andare con la propria auto, potrà parcheggiare non oltre due punti di raccolta stabiliti, ovvero piazzale Clodio e viale della XVII Olimpiade, mentre resterà possibile avvicinarsi con i mezzi a due ruote. La misura è stata adottata anche per agevolare eventuali vie di fuga. Previsioni? Si sprecheranno le multe. E le polemiche, anche qui.

Fonte: LA GAZZETTA DELLO SPORT-STOPPINI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom