Rassegna Stampa

«Roma, ti prendo grazie al Milan E in Champions andiamo noi»

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 19-04-2016 - Ore 07:48

|
«Roma, ti prendo grazie al Milan E in Champions andiamo noi»

GAZZETTA DELLO SPORT – BREGA - Con «Ciao Darwin 7» Paolo Bonolis sta tenendo un andamento da Champions League. Una stagione con soli acuti per il programma divenuto il fenomeno televisivo della stagione con una media del 27% di share, che ogni venerdì tiene incollati davanti alla tv 5 milioni e mezzo di telespettatori. E che nell’ultima puntata ha piazzato pure uno scatto ulteriore staccando il programma concorrente di Rai1 di ben 7 punti di share e un milione di telespettatori. Il tifoso interista che vive in lui vorrebbe mettere un po’ di questa benzina nel motore nerazzurro per raggiungere la Roma e quindi il terzo posto.

In «Frankenstein Junior», il dottor Frederik urlava: “Si può fare!”. Vale anche per la rincorsa dell’Inter?

«Tutto è possibile. Anche se ovviamente non servirà solo fare tanti punti nelle ultime 5 giornate, ma bisognerà pure vedere quanti ne perderà la Roma. Un perfetto gioco a incastro».

Ecco, a proposito. Proviamo a immaginare la volata finale. Dove Roberto Mancini e Luciano Spalletti potranno guadagnare e perdere?

«Non da domani sera immagino. L’Inter e la Roma sono favorite contro Torino e Genoa».

Quindi occhi sul prossimo weekend…

«Sabato sera l’Inter dovrà battere l’Udinese e mettere pressione alla Roma che giocherà lunedì pomeriggio. E il Napoli avrà bisogno di punti, per non ritrovarsi i giallorossi attaccati. Ecco, questi saranno due punti guadagnati dall’Inter».

E si arriverebbe a -2. Detto che comunque l’Inter di quest’anno ha faticato di più contro le piccole…

«L’Inter ha nel Dna un’incoerenza morale, sembra sempre sul punto di intraprendere una strada regolare invece ricade in un animo sinusoidale e impazzito».

Dopo aver visto la partita con il Napoli, può essere cambiato qualcosa?

«La squadra ha una quadratura, ha mostrato una certa maturità dopo quella fase tremenda di gennaio-febbraio in cui ha lasciato un sacco di punti per strada. Quasi tutti concentrati in quella fase, mentre la sconfitta in casa con il Torino è sembrato un supplizio tantrico, come giocare a 1-2-3 stella con il destino, lasciando i tifosi a cavalcioni su un immenso jojo».

Torniamo al… futuro. Terz’ultima giornata, doppia trasferta.

«La Roma non vincerà a Genova contro la squadra di Gasperini. Farà un punto. Però mi sa che noi perderemo a Roma con la Lazio. Trasferta difficile di suo, poi il cambio di allenatore ha messo anche il morale alla squadra».

Quindi ci troviamo ancora con la Roma avanti di 3 punti. E soli due turni da giocare. Ci crede?

«Certo, alla faccia del calendario! Perché alla penultima penso che vinceranno sia la Roma con il Chievo sia l’Inter con l’Empoli. Tutte e due in casa contro squadre che ormai sono salve».

Si decide tutto in 90 minuti, finale perfetto per tenere altissima la tensione…

«Noi tifosi interisti siamo abituati a camminare sul filo. A Reggio Emilia, con il Sassuolo ormai fuori dalla corsa per l’Europa, l’Inter vincerà. E godrà dell’enorme piacere sportivo che il Milan le farà battendo la Roma al Meazza».

Curioso che possa essere proprio il Milan a regalare il preliminare Champions all’Inter: se lo immagina?

«Certo, il Milan dovrà vincere per rafforzare la sua posizione in chiave europea e non penserà se farci o meno un piacere. E a pari punti, approfitteremo dei migliori scontri diretti per andare a giocarci la Champions a fine agosto».

Fonte: GAZZETTA DELLO SPORT – BREGA

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom