Rassegna Stampa

«Roma, torna in Champions Che bel comico sarebbe Totti»

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 15-04-2016 - Ore 06:49

|
«Roma, torna  in Champions Che bel comico sarebbe Totti»

GAZZETTA DELLO SPORT - MANCINI - «Laura e Paola», unite dallo show, ma divise dallo sport. Laura Pausini, romagnola, sanguigna, sta per il Milan e ama piazzarsi sul divano; Paola Cortellesi, romana, simpatia da vendere, tifa per la Roma e non sta ferma un attimo. Finito il programma lavorerà al nuovo film del marito Riccardo Milani.

Paola Cortellesi, com’è diventata giallorossa?

«Sono cresciuta in una famiglia di romanisti, e lo sono diventata anch’io. Non sono una tifosa esagerata, ma per lo scudetto del 2001 mi sono fatta travolgere dall’entusiasmo e ho passato tutta notte a festeggiare in strada. E’ stato troppo divertente. Spero di tornare a vivere un’emozione del genere, ma soprattutto che la Roma torni in Champions».

Il suo campione?

«Francesco Totti. Mi sta anche molto simpatico, se dovessi portare sul palcoscenico un calciatore sceglierei lui. Se non avesse giocato a pallone secondo me avrebbe fatto carriera nel mondo dello spettacolo».

In quale ruolo?

«E’ autoironico e molto divertente. Lo vedrei bene come attore comico».

Vuole giocare un altro anno, anche gratis, cosa ne pensa?

«Credo che sia una scelta fatta dal profondo del cuore e la trovo giusta. Francesco può dare ancora molto, l’ha dimostrato anche nell’ultima partita, perché mai dovrebbe rinunciare a un altro anno di soddisfazioni professionali e personali? Un talento come lui è raro e prezioso, può essere ancora utile anche se non gioca tutta la gara».

Una canzone da dedicare ai giallorossi?

«”Grazie Roma” è perfetta. Non credo che ce ne siano altre più giuste».

Le capita di litigare con Laura Pausini ?

«No. Ogni tanto battibecchiamo, è normale quando si condividono tanti giorni insieme, ma poi ci confrontiamo, ci parliamo. Insomma, ci diciamo la verità senza filtri. E’ un lusso che ti puoi permettere soltanto con gli amici veri».

Un pregio e un difetto di Laura…

«Ha un carattere solare, che trasmette sempre allegria, ti dà una carica incredibile. Il suo difetto? Le lunghissime prove d’abito che fa in camerino… quando comincia non finisce più! E poi mi prende in giro perché vado spesso in palestra e in piscina».

In che cosa siete simili?

«Nella meticolosità. Affrontiamo il nostro mestiere curando il minimo dettaglio».

 

Fonte: GAZZETTA DELLO SPORT - MANCINI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom