Rassegna Stampa

Ruediger choc: rottura del legamento crociato

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 08-06-2016 - Ore 07:15

|
Ruediger choc: rottura del legamento crociato

MESSAGGERRO - Ruediger choc: il centrale giallorosso, durante un allenamento con la Germania nel ritiro francese di Evian, ha riportato la rottura del legamento crociato del ginocchio destro. Ne avrà per circa sei mesi. Una pessima notizia sia per la Nazionale campione del mondo che per la Roma. Che, a questo punto, sarà costretta a correre ai ripari sul mercato, senza dimenticare che Ruediger era tra i possibili partenti, destinazione Chelsea. Nuovi scenari di mercato in vista, dunque. Intanto, chiusa la telenovela Totti, da tempo se ne è già aperta un'altra. Perché prima d'incontrare il capitano, Pallotta in mattinata aveva ricevuto Sabatini e Massara. Rispetto all'incontro con Spalletti di 24 ore prima, stavolta ha presenziato al rendez-vous anche Zecca, a dimostrazione di come il braccio destro del presidente sia sempre più coinvolto (almeno a livello conoscitivo) delle operazioni di mercato del club. In quest'ottica tornano in mente le frasi di Sabatini («Non sono commissariabile») che all'uscita dallo studio Tonucci ha provato, senza riuscirci, a mascherare un nervosismo latente: «L'incontro è andato benissimo, eravamo di buon umore, io soprattutto». Il ds ha dribblato i cronisti abbozzando un poco convinto «ha protetto i suoi calciatori, è normale» a chi gli chiedeva delle rassicurazioni di Pallotta sulla permanenza di tutta la rosa. Poi, prima di chiudere lo sportello, ha glissato sui 30-35 milioni che servirebbero per sistemare il bilancio per il fair play finanziario: «È poco elegante parlarne». A pranzo, Sabatini ha poi incontrato il ds dell'Empoli Carli.MARIO RUI ALTERNATIVA A DIGNELa Roma ha bloccato Mario Rui (3 milioni di prestito più 6 di riscatto) e nel farlo ha promesso al dirigente toscano che Skorupski rimarrà ancora un anno con la squadra di Martusciello. La priorità sulla fascia sinistra rimane però Digne. La trattativa col Psg procede e dopo settimane di dubbi, l'ottimismo prevale, almeno nell'entourage del calciatore. Il club francese è pronto a fare una rivoluzione nella rosa e il terzino non rientra nei piani. Questo agevola la Roma che volendo chiudere la trattativa entro il 13 giugno (giorno in cui scade l'opzione) si vedrà costretta ad inserire l'obbligo di riscatto sul prestito che però dovrebbe scattare dopo la prima presenza in campionato del difensore, in modo da eludere la tenaglia del 30 giugno. Per la fascia destra spunta Widmer dell'Udinese, costo 8-10 milioni. Nei prossimi giorni, Sabatini incontrerà anche Foschi che dal 1 luglio diventerà il ds del Palermo. Sul piatto il cartellino di Vazquez. In Sicilia potrebbe essere girato il giovane Kessie (da prelevare dall'Atalanta) o il classe '94 Duda del Legia. Firma ieri per Seck, terzino arrivato a parametro zero dalla Lazio. S.C.

 

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom