Rassegna Stampa

Sabatini fa mea culpa: “Mercato partito in ritardo”

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 04-02-2015 - Ore 09:57

|
Sabatini fa mea culpa: “Mercato partito in ritardo”

Neanche il tempo di chiudere il mercato, che salta uno degli obiettivi stagionali. Una tempistica che difficilmente può essere legata soltanto dalle coincidenze, perché se la Roma è in crisi, le colpe non possono che essere equamente distribuite. Nel post gara arriva anche l’ammissione di Walter Sabatini, convinto di aver sbagliato comunque qualcosa dopo aver assistito alla contestazione dell’Olimpico: «Probabilmente il mercato della Roma è stato fatto troppo tardi – conferma il ds – vorrei però sollevare il tecnico e la squadra da tutte le responsabilità, perché non dobbiamo trovare un colpevole in ogni occasione».

D’altronde Sabatini è consapevole che l’acquisto più caro del mercato romanista è ancora lontano dalla capitale e ieri sera sicuramente avrebbe fatto comodo. Doumbia (insieme a Gervinho) giocherà infatti oggi la semifinale della Coppa d’Africa con il Congo e comunque vada Garcia non potrà contare su entrambi almeno dall’inizio della prossima settimana.

L’involuzione tecnica e di risultati passa quindi anche per un momento in cui in una rosa stanca e falcidiata da infortuni, non sia stata puntellata in tempo con valide alternative. Questo non basta però per trovare alibi: «È una sconfitta triste, ma l’accettiamo. Il momento negativo ci aiuterà a reagire e cercare di unire ancor di più il gruppo. Quando una squadra è malata di certo però non basta prendere un’aspirina. Dobbiamo ritrovare le nostre qualità per risolvere questo problema e onorare con dignità il campionato e l’Europa League». Proprio per la coppa, la Roma ha compilato nella nottata la lista definitiva. Fuori Borriello, Destro e l’infortunato Strootman: il loro posto sarà preso dai neoacquisti Doumbia, Ibarbo e Spolli

Fonte: Il Tempo

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom