Rassegna Stampa

Sabatini gioca a poker: Grenier, Belhanda, Wilshere e Maher

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 31-08-2016 - Ore 07:07

|
Sabatini gioca a poker: Grenier, Belhanda, Wilshere e Maher

IL MESSAGGERO - CARINA -  Ne rimarrà soltanto uno. Senza voler scomodare il capolavoro cinematografico Higlander che vide interpreti Sean Connery e Cristopher Lambert, la corsa al centrocampista a Trigoria ha ormai le ore contate. Entro le 23 di oggi la Roma chiuderà un’operazione in entrata che andrà a completare la rosa di Spalletti. Sono quattro i profili con più possibilità di vestire giallorosso a Trigoria. Si parte da Grenier, classe 91, ex enfant prodige del Lione. Centrocampista che in Italia piace anche al Milan e che in Francia non ha mantenuto le (alte) aspettative. Giocatore con qualità nei piedi che ama agire come trequartista ma che spesso e volentieri in carriera ha poi ripiegato come intermedio in un centrocampo a tre. Bravo nel calciare le punizioni, non velocissimo, è un destro naturale. Alla Roma è stato offerto nell’ambito della trattativa che avrebbe dovuto portare Iturbe al Lione. Operazione, quella legata all’argentino, che ha subito una frenata per la richiesta di Sabatini di veder pagato il prestito 2 milioni. Per questo motivo, il via libera al Sassuolo lo ha ricevuto invece Ricci che va ad infoltire la colonia giallorossa in Emilia (presenti già Politano, Mazzitelli e Pellegrini sui quali Sabatini si è garantito un diritto di recompra a cifre molto alte). Altre uscite: Capradossi al Bari e Di Livio alla Ternana, oltre al tandem Torosidis–Sadiq al Bologna.

CORSA AD ELIMINAZIONE – Calciatore con le caratteristiche simili a Grenier è Belhanda, che in Francia danno vicino al Nizza. Francese con passaporto marocchino (parteciperà quindi alla coppa d’Africa) ha avuto il suo exploit nel Montpellier quando quattro anni fa ha vinto la Ligue 1. Sembrava (e doveva) essere il suo trampolino di lancio. Invece da lì in poi si è un po’ fermato. Nel 2013 si trasferisce per 10 milioni alla Dinamo Kiev dove però fa fatica. A gennaio si sposta in prestito allo Schalke 04 dove segna 3 gol in 15 gare che non gli bastano per essere riscattato. Anche lui nasce come trequartista (per intenderci: al Montpellier vestiva il numero 10), abile nell’uno contro uno. Unica pecca, la discontinuità. Nello scacchiere di Spalletti più che nei tre a centrocampo potrebbe rivelarsi utile come cambio di uno dei due esterni di attacco. Le alternative non finiscono qui. Nel pentolone di Sabatini bolle anche il nome di Wilshere dell’Arsenal. Anche il nazionale inglese nasce come trequartista ma rispetto a Grenier e Belhanda si è poi saputo riciclare bene nel ruolo di regista. Per caratteristiche tecniche è il calciatore che potrebbe servire maggiormente a Spalletti anche se lo stipendio (4 milioni) frena un po’ gli entusiasmi. In Inghilterra piace al Crystal Palace. Ultimo profilo ma non meno interessante rispetto agli altri tre è quello di Maher. Classe ’93, Sabatini lo segue dai tempi in cui militava nell’Az Alkmaar. Tra i calciatori esaminati, come caratteristiche tecniche è quello che si avvicina maggiormente al partente Vainqueur. A proposito del francese: la Roma ha raggiunto un’intesa col Malaga (prestito oneroso di 700 mila euro con diritto di riscatto fissato a 4 milioni). Il problema è l’agente del calciatore che si trova a Londra alla ricerca di una società per il suo assistito e ancora deve dare il via libera. Tornando a Maher, si tratta di un centrocampista forte fisicamente che può giostrare sia davanti alla difesa che come intermedio in una mediana a tre. È stato offerto con la formula del prestito oneroso ad un milione e diritto di riscatto fissato a dieci. Quattro profili diversi che si vanno ad aggiungere ad altri (leggi Flamini, Inler, Obiang e Moutinho) proposti nelle ultime settimane. L’impressione è che arriverà a Trigoria non tanto chi soddisferà maggiormente le richieste tecniche di Spalletti ma chi si avvicinerà di più alle possibilità (e condizioni) economiche dettate dal club giallorosso. Non resta che attendere.

Fonte: Il Messaggero - S.Carina

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom