Rassegna Stampa

Sabatini: «Totti non tramonta mai»

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 27-04-2016 - Ore 07:26

|
Sabatini: «Totti non tramonta mai»

LEGGO - BALZANI – «Totti è come la luce di Roma, non tramonta mai». A distanza di 5 anni Sabatini corregge un verso che oggi appare beffardo mandando anche un segnale a Boston dove si sta decidendo il futuro del capitano. «Fu un infortunio verbale», ha ammesso il ds a Mediaset riferendosi a quel «Francesco è come il sole al tramonto sui tetti di Roma» pronunciato nella sua prima conferenza. «Totti è come la luce di Roma, perché non si spegne mai. È solo un’osservazione, questo Francesco lo sa. La domanda è: quando vuol finire? Lui pensa che queste sue possibilità tecniche e fisiche siano procrastinabili nel tempo e lo sta dimostrando. Ha una passione adolescenziale per il calcio. Spalletti che sta facendo cose straordinarie ha avuto l’onestà di metterlo in campo a giocare. È fuori da questa polemica. Pallotta sta parlando con Francesco da qualche mese, le posizioni si conoscono».

Quella del presidente però potrebbe cambiare. Jim incontrerà oggi Baldissoni, Zeccae Massara. Il viaggio era in agenda per parlare del progetto stadio, ma il tema Totti avrà la priorità. Il presidente è ancora convinto che il futuro del 10 sia da dirigente e così la pensa anche Baldissoni, ma Zecca ha in mente un piano d’uscita lungo altri 12 mesi meno traumatico e commercialmente più appetibile. Entro Roma-Chievo, l’8 maggio, la società vuole ufficializzare in un senso o nell’altro il futuro di Totticorteggiato da Usa e Al Jazira. Chi resterà fino a settembre sarà proprio il dimissionario Sabatini che dovrà far quadre i conti in rosso prima di ottenere la liberazione da Pallotta. Bologna, Milan e Inter possono aspettare.

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom