Rassegna Stampa

Sabato di lusso aspettando la «rivincita»

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 18-01-2014 - Ore 14:48

|
Sabato di lusso aspettando la «rivincita»

Difficile crederci, ma qualcosa di buono la Lega riesce a produrlo. Grazie al delirante calendario di Coppa Italia, avremo un turno di campionato da esaurire in un weekend, una volta canonico prima di arrendersi alla moda dei monday night. Di quelli si annuncia un'abbuffata, agghiaccianti anticipi e posticipi del ritorno, pesantemente condizionato non soltanto dalle televisioni paganti, che privilegiano la prima serata, ma anche da quell'Europa League che coinvolge italiane di primo piano come Juve e Napoli, ma anche Fiorentina e Lazio. La Champions vede in corsa il Milan, ma ci vorrà un miracolo del professor Seedorf per restare in vita di fronte all'Atletico Madrid di Simeone.
Per la Roma, cene da dimenticare, giocherà quasi sempre sotto i riflettori, come del resto la Juventus, attenzione obbligata verso le due grandi protagoniste. Martedì ci sarà il quarto di Tim Cup, che i tifosi romanisti hanno già battezzato come una rivincita fondamentale dopo la scoppola di Torino, vendita di biglietti alle stelle. Auspicabile che diverse siano le valutazioni di Rudi Garcia, consapevole dell'esigenza primaria, quella di avviare la fase discendente consolidando un punteggio già da record e un secondo posto da difendere dal ritorno del Napoli, attivo sul mercato.
Da lunedì si potrà dedicare attenzione alla Coppa Italia, il cui tabellone ha assunto una fisionomia strana, a destra le prime tre della classifica più la Lazio con promessa, (o minaccia?) di doppio derby, a sinistra Milan, Fiorentina, Udinese e Siena, mondi paralleli ma distanti. Magari, dopo una paziente terapia psichiatrica, regolamento e calendario della prossima Tim Cup potrebbe tornare nei canoni della ragione.
Dunque sabato di lusso, perché manda in scena i vertici della classifica, tardo pomeriggio per la Roma, notturna per la Juventus. Saranno i campioni a dover affrontare l'impegno meno agevole, arriva una Samp in grande spolvero, anche se il pronostico resta chiuso. Per la Roma, all'Olimpico scende l'ultimo della classe, quel Livorno che in anni non lontani ha procurato amare sorprese ai romanisti. Questo deve essere l'obiettivo primario, turnover misurato e saggio, senza a vere il chiodo fisso della Juve, anche perché i proclami che avevano segnato la vigilia della sfida di Torino si sono rivelati il solito boomerang. Ma Garcia non si lascerà condizionare, troppo importanti questi tre punti per far riposare gli artefici di questo splendido cammino. Forse una pausa per Nainggolan, ma tornerà Pjanic, riposino per Maicon, Torosidis non è seconda scelta.

Gianfranco Giubilo

Fonte: Il Tempo

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom