Rassegna Stampa

Salah, la Roma e il desiderio coppa «Noi da Euroleague»

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 06-10-2016 - Ore 06:55

|
Salah, la Roma e il desiderio coppa «Noi da Euroleague»

LA GAZZETTA DELLO SPORT - PUGLIESE - Evidentemente visti e passaporti non gli portano fortuna. Dopo il ritardo della scorsa estate, quando raggiunse la Roma in America con sei giorni di ritardo, Mohamed Salah ha passato un po’ tutta la giornata di ieri a lottare per avere il visto per entrare in Congo con l’Egitto, che domenica giocherà per le qualificazioni al Mondiale 2018. Alla Roma, però, interessa soprattutto che Salah più che un visto ritrovi davvero se stesso, dopo che nelle ultime partite qualche passaggio a vuoto ce l’ha avuto eccome.

SULL’ALTALENA Anche perché come numeri Salah è addirittura partito meglio dello scorso anno (media gol di quest’anno 0,40, nello stesso momento della scorsa stagione era 0,33), anche se poi restano negli occhi i tanti errori (come quelli con l’Inter) e l’impressione che avrebbe potuto fare anche molto di più. «Sto cercando di migliorare su alcune cose, tra cui anche il colpo di testa e la fase difensiva – fa sapere lui dall’Egitto – La Roma? Oramai ci siamo messi alle spalle la delusione della Champions League. Anzi, questa potrebbe essere un’occasione per portare a casa finalmente un trofeo e vincere l’Europa League. Anche se la testa resta molto concentrata anche sul campionato, per dare fastidio alla Juventus».

QUANTI CONSIGLI Salah quando va in nazionale lavora molto sui consigli che gli dà il c.t. Hector Cuper, ma anche su quelli di Mahmoud Fayez, il suo vice. Che fanno poi il paio con i suggerimenti che gli dà giornalmente Spalletti, uno che difficilmente ne fa a meno, complice la sua velocità e la sua capacità di andare in verticale. «Lui è dilaniante, ha questi strappi impetuosi che ti squartano in due, anche se in fase difensiva è l’opposto come vantaggi – ha detto un paio di giorni fa il tecnico della Roma – Palla al piede ti guarda in faccia, ti passa dentro, ti fa un buco nello stomaco e va di là. Ma di là bisogna poi vedere se hai un vantaggio o meno. Quando hai l’occasione per fare gol devi farlo, così come se puoi fare un passaggio decisivo. Se invece queste cose le sbagli tutte, allora bisogna tirare una riga...». Più chiaro di così. Ecco perché la Roma spera di ritrovare presto il miglior Salah.

 

Fonte: LA GAZZETTA DELLO SPORT-PUGLIESE

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom