Rassegna Stampa

Salah e El Shaarawy il segno dei faraoni sulla vittoria a San Siro “La nostra rivincita”

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 15-05-2016 - Ore 08:12

|
Salah e El Shaarawy il segno dei faraoni sulla vittoria a San Siro “La nostra rivincita”

REPUBBLICA – FERRAZZA - La Roma chiude il campionato al terzo posto. Nessuna sorpresa arriva dall’ultima giornata, nonostante la vittoria a San Siro. Il 3-1 con cui i giallorossi travolgono il Milan non sposta nulla di quello che è stato l’andamento stagionale, e la squadra dovrà disputare i preliminari di Champions League a metà agosto. Protagonisti Salah ed El Shaarawy, con quest’ultimo che non ha esultato per rispetto della squadra che ne detiene ancora il cartellino, ripagato dall’applauso dei sostenitori rossoneri. La terza rete porta la firma di Emerson Palmieri.

Si gode la standing ovation di San Siro, Totti, applaudito dallo stadio che sarebbe potuto diventare il suo visto il corteggiamento serrato che gli ha dedicato Berlusconi da quando era ragazzino. Il numero dieci sta trattando con la Roma il rinnovo contrattuale per un altro anno da calciatore, con le parti che sembrano non essere troppo d’accordo su quello che potrebbe essere il suo ruolo da dirigente, al termine della carriera. “C’è un dialogo aperto tra lui e il presidente - ammette Baldissoni nelle ultime due settimane gli è stato proposto un contratto da calciatore per un’altra stagione e lui ha detto che ci vuole pensare”. Francesco vorrebbe avere una posizione operativa nel club del futuro, mentre la dirigenza giallorossa gli avrebbe proposto un ruolo di rappresentanza, una sorta di uomo immagine. Nelle prossime ore la questione dovrebbe subire un’accelerata. Intanto il direttore generale giallorosso rassicura i tifosi per quello che riguarda il mercato. “L’avevamo anche l’anno scorso il pensiero del fair play finanziario e non ci siamo fermati. Sono regole che non solo noi dobbiamo rispettare, e quindi non vedo particolari difficoltà. Cercheremo di fare ben come abbiamo sempre fatto”. La Roma arriva terza, la stagione si chiude tra tanti rimpianti. “Eravamo partiti con buoni risultati e altre speranze, ma le difficoltà durante l’anno ci hanno obbligato a cambiare allenatore. Spalletti ha valorizzato la rosa”.

Il tecnico tra domani e martedì incontrerà Sabatini per fare il punto di mercato, capire quali saranno le strategie da chiudere o attivare nei prossimi giorni. Tra l’altro con la certezza del terzo posto si potrà adesso definire nei dettaglia il programma dell’estate, tra la preparazione in Trentino e la tournée negli States. In attesa dell’arrivo di Pallotta, previsto tra fine mese e i primi di giugno. Ieri il club di Trigoria ha smentito che la Juventus abbia pagato la clausola di 38 milioni per avere Pjanic, come invece aveva dato per scontato Mediaset.

Fonte: La Repubblica - F.Ferrazza

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom