Rassegna Stampa

Salah mobilita i tifosi La Fiorentina «apre» all’accordo col Chelsea

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 30-07-2015 - Ore 07:34

|
Salah mobilita i tifosi La Fiorentina «apre» all’accordo col Chelsea

CORRIERE DELLA SERA-  PIACENTINI - L’ultima volta che i tifosi della Roma si erano mobilitati per andare a Fiumicino a ricevere un calciatore è stato per Kevin Strootman, due estati fa. Basta questo per avere un’idea di quanto fosse atteso lo sbarco di Mohamed Salah, che temporalmente arriva dopo Iago Falque e Szczesny, ma di fatto è il primo vero colpo della società giallorossa. Erano oltre 200 i tifosi ieri ser ad aspettare il volo proveniente da Londra dell’egiziano, accompagnato dalla moglie e dalla figlia, che ha già un coro dedicato («Siam venuti fin qua per vedere segnare Salah») e ha riacceso speranze di scudetto mai del tutto sopite. Tra di loro c’era anche Ramy Abbas, l’agente che ha avuto un ruolo decisivo nel suo trasferimento nella Capitale. 
Un trasferimento che non potrà essere perfezionato, anche se oggi sono previste le visite mediche, se non si arriverà ad un accordo tra il Chelsea, proprietario del cartellino, e la Fiorentina. Dopo giorni di guerra fredda, con lo spettro del ricorso alla Fifa che allungherebbe i tempi del tesseramento per la Roma (che nel frattempo dovrebbe chiedere il transfer provvisorio,) ieri è arrivata una timida apertura da parte della società viola. «Salah - le parole del d.g. della Fiorentina, Andrea Rogg, a gazzetta.it - ha un contratto con noi, adesso cerchiamo di risolvere la situazione con il Chelsea. La Roma? Potrebbe essere una soluzione, ma senza transfer non può giocare». La Fiorentina, in sostanza, si aspetta dal Chelsea un risarcimento economico o tecnico per la valorizzazione del calciatore. A Londra, nonostante siano convinti di avere ragione su tutta la linea, ci stanno pensando, per evitare lunghe e dannose lotte a colpi di carte bollate. 
In attesa che si sbocchi la questione e che ci sia un’accelerata per Edin Dzeko - possibile nel week-end una trasferta londinese del d.s. Sabatini -, a Trigoria si è allenato per la prima volta con i nuovi compagni Wojciech Szczesny, che ha scelto la maglia numero 25 e sarà presentato oggi. «Non sono qui - le sue parole a Roma Tv - solo per fare esperienza e poi tornare all’Arsenal fra un anno. Sono qui per vincere partite e trofei con la Roma e penso che la squadra sia forte abbastanza per poterci riuscire». 
Gli obiettivi sono già chiari. « Il sogno sarebbe quello di conquistare la Serie A e di fare bene in Champions League, che è stata un fattore fondamentale per la mia scelta. Ci ho messo poco a prendere la mia decisione dopo che Wenger mi ha detto che la Roma sarebbe stata una grande opportunità e mi ha parlato bene di Rudi Garcia, sono emozionato all’idea di incontrarlo e non vedo l’ora di giocare sotto la Sud». Chiusura, inevitabile, per i tifosi giallorossi. «Mi hanno accolto con calore: la mia promessa è che darò cuore e anima per loro e per questa società, sperando di poter alzare a fine stagione dei trofei». 
Gianluca PiacentiniL’ultima volta che i tifosi della Roma si erano mobilitati per andare a Fiumicino a ricevere un calciatore è stato per Kevin Strootman, due estati fa. Basta questo per avere un’idea di quanto fosse atteso lo sbarco di Mohamed Salah, che temporalmente arriva dopo Iago Falque e Szczesny, ma di fatto è il primo vero colpo della società giallorossa. Erano oltre 200 i tifosi ieri ser ad aspettare il volo proveniente da Londra dell’egiziano, accompagnato dalla moglie e dalla figlia, che ha già un coro dedicato («Siam venuti fin qua per vedere segnare Salah») e ha riacceso speranze di scudetto mai del tutto sopite. Tra di loro c’era anche Ramy Abbas, l’agente che ha avuto un ruolo decisivo nel suo trasferimento nella Capitale. 
Un trasferimento che non potrà essere perfezionato, anche se oggi sono previste le visite mediche, se non si arriverà ad un accordo tra il Chelsea, proprietario del cartellino, e la Fiorentina. Dopo giorni di guerra fredda, con lo spettro del ricorso alla Fifa che allungherebbe i tempi del tesseramento per la Roma (che nel frattempo dovrebbe chiedere il transfer provvisorio,) ieri è arrivata una timida apertura da parte della società viola. «Salah - le parole del d.g. della Fiorentina, Andrea Rogg, a gazzetta.it - ha un contratto con noi, adesso cerchiamo di risolvere la situazione con il Chelsea. La Roma? Potrebbe essere una soluzione, ma senza transfer non può giocare». La Fiorentina, in sostanza, si aspetta dal Chelsea un risarcimento economico o tecnico per la valorizzazione del calciatore. A Londra, nonostante siano convinti di avere ragione su tutta la linea, ci stanno pensando, per evitare lunghe e dannose lotte a colpi di carte bollate. 
In attesa che si sbocchi la questione e che ci sia un’accelerata per Edin Dzeko - possibile nel week-end una trasferta londinese del d.s. Sabatini -, a Trigoria si è allenato per la prima volta con i nuovi compagni Wojciech Szczesny, che ha scelto la maglia numero 25 e sarà presentato oggi. «Non sono qui - le sue parole a Roma Tv - solo per fare esperienza e poi tornare all’Arsenal fra un anno. Sono qui per vincere partite e trofei con la Roma e penso che la squadra sia forte abbastanza per poterci riuscire». 
Gli obiettivi sono già chiari. « Il sogno sarebbe quello di conquistare la Serie A e di fare bene in Champions League, che è stata un fattore fondamentale per la mia scelta. Ci ho messo poco a prendere la mia decisione dopo che Wenger mi ha detto che la Roma sarebbe stata una grande opportunità e mi ha parlato bene di Rudi Garcia, sono emozionato all’idea di incontrarlo e non vedo l’ora di giocare sotto la Sud». Chiusura, inevitabile, per i tifosi giallorossi. «Mi hanno accolto con calore: la mia promessa è che darò cuore e anima per loro e per questa società, sperando di poter alzare a fine stagione dei trofei». 

Fonte: CORRIERE DELLA SERA- PIACENTINI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom