Rassegna Stampa

Salah si presenta: "Juve battibile, sono qui per lo scudetto"

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 07-08-2015 - Ore 19:47

|
Salah si presenta:

LA REPUBBLICA - MONTI - L'egiziano, presentato in giallorosso, lancia subito la sfida ai campioni d'Italia. Sulla polemica con la Fiorentina: "L'esperienza a Firenze è stata utile, ma avevo il diritto di fare le mie scelte" - In sole ventiquattro ore è cambiato radicalmente il reparto offensivo giallorosso: giovedì 6 agosto, infatti, resterà alla memoria dei tanti tifosi accorsi a Fiumicino per salutare l’arrivo di Dzeko, come la giornata che ha consegnato a Rudi Garcia una nuova coppia di attaccanti. E la speranza di poter davvero riuscire a conquistare quei trofei tanto attesi a Trigoria. Non solo il bosniaco (bisognerà attendere l’inizio della prossima settimana per l’ufficializzazione); giovedì pomeriggio sono arrivate anche le firme di Mohamed Salah, presentato nel pomeriggio in conferenza stampa: “La squadra ha elementi importanti per vincere. Il nostro obiettivo è far felici i nostri tifosi", le sue prime dichiarazioni. 

Il trasfer arrivato mercoledì sera aveva, di fatto, sbloccato le trattative tra la Roma e il Chelsea (che continua a dover fare i conti con le pressioni legali della Fiorentina, che attende - con poche speranze - il responso ultimo della Fifa): agli inglesi 5 milioni per il prestito oneroso e 18 per il riscatto obbligatorio (nella prossima stagione). Mohamed Salah – che ha scelto la maglia numero 11 e che in mattinata si è regolarmente allenato con il gruppo – è intervenuto nella sala stampa del Fulvio Bernardini per la conferenza di presentazione ufficiale: “Con Garcia parlai a Londra e mi comunicò la sua voglia di avermi in squadra, i rapporti con lui sono buonissimi".

Le sue prime parole toccano anche la sfida al vertice con la Juventus: "Loro sono una squadra molto importante, ma io e i miei nuovi compagni possiamo competere e andare oltre le aspettative. L'esperienza alla Fiorentina è stata molto utile, ho passato 6 mesi in cui siamo stati bene io e la mia famiglia. Ma ho avuto il diritto di scegliere, per questo sono qui alla Roma", ha detto chiudendo, di fatto, il contenzioso comunicativo con la sua ex squadra. Sul suo ex allenatore Mourinho, invece, chiosa così: "Nutro tanto rispetto e il nostro rapporto è molto buono. E' uno dei più grandi allenatori al mondo e ho imparato molto da lui prima di trasferirmi in Italia". 

L’egiziano – che ha firmato un quadriennale da 2,7 mln a stagione (bonus esclusi) - prenderà dunque regolarmente parte alla trasferta di Valencia di sabato. Edin Dzeko, invece, dopo la serata di festeggiamenti con i suoi nuovi compagni (Pjanic, Ljajic e Nainggolan gli hanno dato il benvenuto in compagnia di Benatia, nella capitale per vacanza), ha sostenuto in mattinata le visite mediche al Policlinico Gemelli, per poi ultimare l’iter tra il Campus di Trigoria e Villa Stuart. Per la presentazione ufficiale (prevista per la giornata di lunedì) bisognerà però attendere l’ultimo scambio di documentazione con il City per poi poter apporre le firme sui contratti e iniziare la sua nuova esperienza in Serie A.

Fonte: LA REPUBBLICA - MONTI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom