Rassegna Stampa

Salah, sorrisi e due parole: «Yes, I am very happy»

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 26-10-2015 - Ore 08:30

|
Salah, sorrisi e due parole: «Yes, I am very happy»

IL MESSAGGERO - TRANI - «I'm happy».Salah sorride di gusto, camicia bianca e cravatta della Roma, nel garage del Franchi. Si batte la mano sul cuore e sempre in inglese chiede scusa. «Non posso parlare, ma è chiaro che sono felice per il successo». Gli chiedono di non replicare alle offese dei tifosi viola, di non commentare i due cartellini gialli di Orsato e di non rispondere alle accuse dei dirigenti della Fiorentina. Si gode il 5˚ gol in campionato: è lui il romanista che ne ha segnati di più per dar forza al miglior attacco del torneo (22).

MANAGER SCATENATO - A difenderlo ci pensa, come al solito, Ramy Abbas, il suo procuratore. Che attacca ancora il consigliere delegato violaMencucci: «Gli uomini adulti dovrebbero rispettare quello che hanno firmato e quello che hanno promesso.E astenersi dal tormentare un giovane e innocente calciatore che stasemplicementecercandodi fare il suo lavoro. Loro continuano a parlare e a farsi degli autogol con le dichiarazioni in pubblico. Non ci sono mai stati problemi con i tifosi. Che poi è normale che fischino l'ex. I problemi ci sono staticon idirigenti econ la lorovoglia di punire un giocatore che non voleva più rimanere a Firenze. E' spiacevole vederli rilasciare interviste velenose e perseguitare chi ha fatto una scelta. Questa vicenda è solo divertente. E ridicola. Vorrei dire ai dirigenti della Fiorentina di valutare bene se vale la pena di combattere una battaglia che sono destinati a perdere: il giocatore non sarà squalificato".

Fonte: IL MESSAGGERO - TRANI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom