Rassegna Stampa

Samp: Zenga salta, ora c’è Montella nei piani di Ferrero

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 10-11-2015 - Ore 08:07

|
Samp: Zenga salta, ora c’è Montella nei piani di Ferrero

MESSAGGERO - CALLAI - Scoppia il temporale in casa Sampdoria. La prima sconfitta casalinga sarà, con ogni probabilità, fatale a Walter Zenga. Un amore mai nato con la tifoseria, un'avventura iniziata nel peggiore dei modi con l'eliminazione umiliante (uno 0-4 casalingo) nei preliminari di Europa League a opera del Vojvodina. Una faticosa ricucitura, passata per l'impresa contro la Roma e due grandi prestazioni contro Napoli e Inter ma poi riecco le nubi e la pioggia. I blucerchiati sono a metà classifica ma hanno conquistato solo un successo nelle ultime sette gare. Domenica sono stati surclassati dalla Fiorentina e in trasferta, a parte appunto il pari in rimonta contro la squadra di Sarri, offrono regolarmente prestazioni sottotono. In più, per l'Uomo Ragno, ecco la tegola Cassano: Fantantonio non rientrava nei suoi piani ma, a Europa saltata, Ferrero glielo ha comunque messo a disposizione e il labiale ripreso dalle telecamere di Mediaset Premium nel colloquio tra il giocatore di Bari Vecchia e Pepito Rossi, "sto una m...", seppur con la cornice di un sorriso, è comunque il significato di un'altra gatta non facile da pelare. Mentre a Roma il massimo dirigente della Samp riunisce il suo braccio destro, l'avvocato Romei, e il direttore sportivo Osti, Zenga vola a Dubai per un viaggio personale, come recita la nota del suo ufficio stampa, «concordato da tempo con il presidente». Versione confermata dalla società ma la sostanza non cambia. 
IL PASSATOSi va verso il cambio della guida tecnica, come invocato anche da un gruppo di sostenitori blucerchiati alla fine dell'ultima partita proprio all'indirizzo di Ferrero. La priorità è Vincenzo Montella. Due volte alla Samp da giocatore, tra il 1996 e il 1999 e nel 2007-2008 con 58 gol segnati in 96 partite, l'ex Aeroplanino gode di stima e affetto presso la tifoseria, qualcosa che Zenga, senza riuscirci, ha provato a conquistare. La disponibilità del tecnico di Pomigliano d'Arco potrebbe anche esserci ma pesa, soprattutto, quanto deciderà la famiglia Della Valle. Montella potrà accettare un'offerta della Sampdoria solo nel caso in cui la Fiorentina accettasse una transazione pagando una buona parte dei quattro milioni euro e mezzo dovuti sino al giugno 2017. Nel caso l'operazione non andasse in porto, la principale alternativa è rappresentata da Luigi Delneri. E' fermo dal gennaio 2013, quando non riuscì a risollevare il Genoa dai bassi fondi della classifica e venne esonerato da Preziosi, ma nell'estate 2010 si congedò dalla Samp dopo aver centrato i preliminari di Champions League e, guarda caso, gestito in maniera esemplare il giocatore e l'uomo Cassano. L'outsider è Eugenio Corini, esonerato a inizio della scorsa stagione dal Chievo. 

Fonte: MESSAGGERO - CALLAI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom