Rassegna Stampa

Saputo (per ora) frena. I soldi arrivano da Diawara

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 27-07-2016 - Ore 09:48

|
Saputo (per ora) frena. I soldi arrivano da Diawara

CORRIERE DI BOLOGNA - BENEFORTI - Dipenderà tutto da Amadou Diawara, le operazioni in entrata che Riccardo Bigon dovrà fare saranno figlie della cessione del ragazzo guineiano. Almeno per il momento, poi tra una ventina di giorni vedremo, perché nel caso in cui servisse un nuovo finanziamento da parte di Joey Saputo è facile prevedere che il chairman non si tirerebbe indietro, perché la salvezza è il bene più prezioso e per niente al mondo il Bologna può correre il rischio di non agguantarla. Anche alla luce del fatto che a questo Bologna vanno aggiunte obbligatoriamente qualità e affidabilità, e la traduzione di ciò è facile: servono quattro giocatori fatti, perché di giocatori ancora da fare Donadoni ne ha già tanti.

Ecco in quali ruoli il Bologna deve rafforzarsi: un difensore centrale, una mezzala, un giocatore di attacco e se possibile anche un esterno destro di difesa. Per quanto riguarda il giocatore di attacco il discorso è questo: se arriverà uno tra Saponara e El Kaddouri (meglio Saponara tutta la vita) potrebbe anche bastare Sadiq, in caso contrario occorrerà un attaccante forte che possa giocare al posto di Destro ma al tempo stesso anche accanto a Destro. Uno come Matri, tanto per intenderci. Se costa troppo, hanno numeri più bassi sia Pinilla sia Borriello.

A meno di clamorosi ripensamenti Sadiq giocherà nel Bologna nel prossimo campionato, Fenucci e Sabatini hanno già raggiunto un’intesa almeno a parole al di là dell’operazione legata a Diawara, che in queste ore dovrà avere per forza un’accelerata, anche perché il mercato del Bologna sarà bloccato fino a quando il club rossoblù non avrà trovato la quadratura del cerchio per il giovane centrocampista.

Ecco il motivo per il quale anche ieri Fenucci ha parlato con Sabatini nel tentativo di arrivare finalmente alla fumata bianca. Certo, con il Napoli che continua a guardare cosa succederà tra Bologna e Roma e che rinnoverà la sua proposta da 12/13 milioni di euro in caso di intoppi. Una notizia: il Bologna ha convocato Diawara per il ritiro in Austria, che poi domattina Diawara parta è tutto un altro discorso. Intanto per Dzemaili va detto che il Galatasary sta chiedendo soldi per liberarlo: Bigon e Branchini, agente dello svizzero, sono ancora convinti di poterlo prendere a zero euro, visto che ha il contratto in scadenza nel 2017 e visto anche che il club turco risparmierebbe un ingaggio da 2,5 milioni netti.

Fonte: Corriere di Bologna - Beneforti

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom