Rassegna Stampa

Sbagliavento

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 22-01-2014 - Ore 11:51

|
Sbagliavento

"Tagliavento voleva espellere Benatia, ma poi Thohir ha bloccato tutto". L'ironia del web stravince la partita del giorno dopo, quella in cui il popolo della Juventus ragiona sugli episodi controversi della serata di Coppa. Conte si è arrabbiato. Buffon pure. La società è contrariata, ma non commenta. Anche se il pensiero di tutti è quello espresso dal tecnico ieri sera, con un sorriso tagliente sulle labbra: "E meno male che gli errori sono stati contro di noi, sennò sai che cosa succedeva con la storia degli aiutini". E il riferimento è alle polemiche romaniste che avevano agitato i giorni precedenti alla sfida di campionato. 

 

GLI EPISODI - Gli episodi che fanno arrabbiare i bianconeri sono due. La mancata espulsione di Benatia e il gol annullato a Peluso. Per analizzare il primo episodio vale ricordare il regolamento con le note interpretative dell'Aia, che pone come condizioni per l'espulsione: 1) la direzione dell'azione (il calciatore deve dirigersi verso la porta avversaria); 2) la probabilità di controllare il pallone (il calciatore deve essere in possesso del pallone o deve poterlo raggiungere facilmente); 3) il numero dei difendenti capaci di intervenire nell'azione e la loro dislocazione (uno o nessuno tra il calciatore e la porta, oltre a colui che commette il fallo): 4) la posizione dove è commesso il fallo (più lontano dalla porta è, meno probabile che l'opportunità sia evidente); 5) c'era una concreta probabilità che l'attacco producesse un tiro in porta e, quindi, una rete se non fosse stato interrotto scorrettamente?

 

CONDIZIONI - Delle cinque condizioni la situazione Giovinco-Benatia sembra ottemperarne le prime quattro, mentre sulla quinta - al solito - c'è libertà di interpretazione. Sembra, tuttavia, che la spiegazione data da Rocchi (ieri quarto uomo) a Conte sia stata che Giovinco era spalle alla porta, anche se in procinto di girarsi verso destra, dove avrebbe trovato facilmente la palla. Insomma, per Tagliavento non c'era la prima delle condizioni (quella della direzione), anche se Conte ha obiettato a bordo campo che è proprio il fallo di Benatia (che trattiene il bianconero per la maglia) a impedire a Giovinco di correre verso la porta. Era il 14' del primo tempo: la Roma in dieci avrebbe fatto forse un'altra partita.

 

TELEBEAM - Per quanto riguarda il gol annullato, non si riescono a trovare immagini chiare. la prospettiva delle telecamere (i cui obiettivi possono distorcere la geometria delle linee) non consente di stabilire con esattezza se il cross di Isla è uscito o meno da fondo campo. Conte è strasicuro che la palla non sia uscita, l'assistente Manganelli è certo del contrario, visto che alza la bandierina quando la palla non ha ancora nemmeno raggiunto Peluso. La sua posizione non è esattamente in linea, ma certamente è migliore di quella delle telecamere. Rimangono insomma moltissimi dubbi che forse nemmeno il telebeam di turoniana memoria riuscirebbe a risolvere. Difficile, tuttavia, che fra trent'anni qualcuno si ricordi del gol di Peluso. Con tutto il rispetto per l'onesto difensore bianconero.

 

Fonte: tuttosport.com

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom