Rassegna stampa

Sempre De Rossi al centro di tutto nella nuova Roma

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 16-06-2017 - Ore 08:30

|
Sempre De Rossi al centro di tutto nella nuova Roma

LA GAZZETTA DELLO SPORT - ZUCCHELLI - Alla fine in Giappone Daniele De Rossi è riuscito ad andare: i dubbi sollevati il giorno dell’annuncio del suo rinnovo («so che lì quelli tatuati come me non sono proprio ben visti») sono stati spazzati via e ieri la moglie Sarah ha pubblicato una foto che li immortala a Tokyo. Il neo capitano della Roma aveva voglia di un viaggio in Oriente, l’occasione gliel’ha data un’estate senza Europei né Mondiali, ideale per potersi rilassare prima di una stagione che lo vedrà protagonista con la fascia al braccio. «Non che mi servisse per sentirmi capitano», ha detto più volte, ma un pizzico di responsabilità in più c’è. E forse pure di emozione. Perché la Roma che ritroverà per la prima tournée sarà – anzi, è – profondamente diversa da quella che ha lasciato: Spalletti è all’Inter, Totti ha smesso, Di Francesco subito ha chiarito come Daniele sarà il suo «punto di riferimento, è stata la prima persona che ho chiamato». Il tecnico ha messo le cose in chiaro: il suo capitano sarà anche il suo leader, indipendentemente dalla presenza in campo.

VERSO IL MONDIALE – Daniele, a 34 anni, non giocherà tutte le partite, lo sa lui per primo, e gestirsi sarà anche il modo migliore per arrivare – salvo sorprese – al Mondiale in Russia, ma la nuova Roma che sta nascendo non potrà che ripartire dalla sua esperienza e dal suo carisma. E pure dal suo ruolo in campo, anche se negli ultimi anni ha fatto un lavoro diverso rispetto a quello del regista classico. Di Francesco ci lavorerà, prima però pausa e stop in Giappone, con poca voglia di pensare al calcio e pochi sorrisi. In fondo, lo dice pure un proverbio di quelle parti lì: «Alla porta di chi ride, fortuna giunge».

FIDUCIA – E chissà che, prima o poi, non sorrida più spesso anche Strootman: è in vacanza a New York, prima di partire ha rilasciato un’intervista a Eurosport e ha garantito: «Faremo di tutto per vincere, siamo esperti e nessuno di noi gioca in Serie A per la prima volta». De Rossi ha iniziato nel 2003, lui 10 anni più tardi, Di Francesco avrà bisogno della loro esperienza.

Fonte: LA GAZZETTA DELLO SPORT-ZUCCHELLI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom