Rassegna Stampa

SENSI: "Coppa Italia spettacolo che fa male"

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 04-05-2014 - Ore 14:52

|
SENSI:

«Io mi auguro che questi episodi, che sono stati fatti vedere in tutto il mondo, non si ripetano più. L'auspicio è che non si verifichino più certi spettacoli che fanno male. Ho visto bambini terrorizzati dagli scoppi delle bombe carta, è stato come togliere il sogno a questi bambini». Sono le parole dell'ex presidente della Roma, Rosella Sensi, all'Adnkronos, su quanto avvenuto ieri sera allo stadio Olimpico, in occasione della finale di Coppa Italia tra Fiorentina e Napoli. «Quello che mi ha colpito di più allo stadio sono stati i bambini spaventati. La faccia terrorizzata ha tolto tutto quello che dovrebbe essere il senso del calcio. C'era un senso di pesantezza». Quanto avvenuto prima della gara, con il giocatore del Napoli, Marek Hamsik a colloqui con il capo ultrà partenope, ha ricordato l'episodio del derby del 2004 quando i capi ultrà della Roma bloccarono la gara che venne fermata in seguito alle pressanti richieste dei leader delle curve per le voci, poi rivelatesi infondate, della morte di un bambino investito da un'auto della polizia. «Ricordo l'episodio che ha portato alla sospensione del derby, un episodio molto brutto. Non erano più accadute, fino a ieri, cose del genere. Ricordo questo grave episodio e che mio padre era profondamente rattristato e preoccupato per i tifosi, soprattutto per quelli che venivano e che erano allo stadio, perchè il calcio deve rimanere un bello spettacolo e basta. Io ricordo perfettamente la sua preoccupazione, l'angoscia, e il senso di responsabilità che doveva avere in quel momento», aggiunge Rosella Sensi, ricordando lo stato d'animo di Franco Sensi in quella occasione.

Fonte: Adnkronos

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom