Rassegna Stampa

Serie A al via, l'ultimo urrà di Totti

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 21-08-2015 - Ore 18:36

|
Serie A al via, l'ultimo urrà di Totti

Finalmente comincia la serie A, dopo uno dei calciomercato più interessanti da quando in Italia sono finiti i soldi. Da giorni sul Guerino state leggendo dettagliate presentazioni tecnico-tattiche delle venti squadre al via, adesso è arrivato il momento del bar dei pronostici. Da fare rigorosamente con il senno di prima e senza stare ad analizzare le cifre delle compravendite, come facciamo di solito, visto che in gran parte sono gonfiate quando non direttamente false.

SCUDETTO – Ci sono soltanto due squadre, Juventus e Roma. I bianconeri si sono apparentemente indeboliti, lasciando andare l”uomo che è stato alla base dei successi degli ultimi quattro anni, cioè Pirlo, oltre a Tevez e Vidal. Senza grandi colpe, va detto: i primi due si sentivano alla fine di un ciclo e il cileno è stato venduto al momento giusto, prima che le sue situazioni private precipitassero. Però Alex Sandro è un grosso colpo che mette a posto la fascia sinistra e Khedira un’incognita a livello fisico ma un centrocampista di grande livello: moltissima curiosità per l’attacco, dove con tutti sani rischiano di stare in panchina almeno due big, oltre che per il ruolo che Allegri troverà a Dybala. La Roma ha scelto il presente, soprattutto in attacco (Salah, Dzeko, Iago Falque) a discapito del futuro (Romagnoli), dopo anni di grandi speranze le distanze con la Juventus sembrano essersi ridotte e Garcia non potrà/dovrà ridurre tutto allo scontro diretto. E per il Totti convinto (convinto?) al part time l’ultimo urrah con uno scudetto a quaranta anni sarebbe il degno modo di salutare il calcio giocato. Pronostico scudetto: Roma.

CHAMPIONS ED EUROPA LEAGUE – Terzi possono in teoria arrivare in tanti, ma fra questi tanti l’unica squadra con grandi certezze è la Lazio. Identica alla Lazio dell’anno scorso, unica squadra delle venti di A ad avere confermato gli undici titolari, dà oltretutto l’idea di avere margini di miglioramento e la solidità per accettare una superscommessa (Balotelli?). Il Napoli sembra ridimensionato come immagine, lo dicono in tanti, ma non è di sicuro peggiorato come rosa, mentre le milanesi sembrano sempre alla ricerca del colpo definitivo che le faccia tornare almeno ai livelli di un paio di anni fa. Nel calcio estivo è piaciuto molto di più il Milan, anche per l’atteggiamento di Mihajlovic, mentre il primo insoddisfatto dell’Inter è il suo allenatore e gli alibi preventivi dicono già qualcosa. La Fiorentina è un gradino più sotto, anche se è una squadra coerente: Montella verrà rimpianto, ma la scelta societaria (stare lì a galleggiare, senza grossi investimenti) è chiara. Pronostico terzo posto da playoff Champions: ancora Lazio. Europa League: Milan e Napoli.

SALVEZZA – Viene naturale pensare alle neopromosse come principali candidate al fondo classifica, ma Bologna, Carpi e Frosinone hanno rimescolato così tanto le carte (soprattutto la squadra di Stellone) che è difficile inquadrarle: delle tre il Bologna è la squadra che ha più nomi e migliori attaccanti, ma anche un’identità tattica meno chiara e un centrocampo non di guerrieri. Si fa prima a dire chi delle ‘altre’ sarà risucchiata verso il fondo: la qualità media del Verona è molto bassa e Toni ha 38 anni, una rosa modesta ce l’ha anche l’Empoli pur con qualche arma in più. Salvezza tranquilla per il Chievo che ha cambiato poco e l’Atalanta, il Sassuolo è ormai in un’altra dimensione di ambizioni. Pronostico retrocesse in serie B: Frosinone, Carpi, Verona.

Fonte: guerinsportivo.it

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom