Rassegna Stampa

Sessantamila contro la Juventus

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 20-01-2014 - Ore 10:44

|
Sessantamila contro la Juventus

IL ROMANISTA (D.GALLI) - Prepariamoci alla grande abbuffata. Domani sera all’Olimpico non ci sarà il tutto esaurito, ma solo per un paio di questioni tecniche. Perché non ci può essere il tutto esaurito se alcuni posti non possono essere venduti, causa scarsa o scarsissima visibilità e perché alcuni posti di settore ospiti resteranno quasi certamente invenduti. 

Niente sold out per Roma-Juve. Anzi sì, e sarà anche record stagionale di presenze. Perché se tecnicamente non lo sarà, lo sarà di fatto. I biglietti di Curve, Distinti Famiglie e Distinti Sud sono terminati da un pezzo, e da ieri anche quelli di Tribuna Tevere. Va fortissimo pure la Monte Mario.D’altronde il prezzo di 60 euro (70 in “Top”) è all’incirca quello che costa una Tevere per le partite di seconda fascia. Senza contare gli sconti che la Roma pratica anche in Monte Mario per donne, under 14 e over 65: pagano 30 euro, 35 euro nella “Top”.

Nelle prossime 48 ore continueranno a lavorare a pieno regime sia le ricevitorie Lis Lottomatica, sia i Roma Store. Sono quelli di piazza Colonna 360, via Appia Nuova 130, via Sestio Calvino 26-30, via Vincenzo Cesati 76-80 e quelli presenti all’interno dei centri commerciali Dima e Parchi della Colombo. Ci si può anche rivolgere al Centro Servizi As Roma (tel. 06.89386000, dal lunedì al venerdì, dalle 9.30-18.30) oppure – ma attenzione, solo fino a tutto oggi – al Foro Italico Ticket Office di viale delle Olimpiadi 61

Chi ha un po’ di dimestichezza con il web può acquistare i tagliandi anche tramite il sito www.listicket.com – basta possedere l’As Roma Privilege oppure una carta di credito – oppure contattando l’892.982, il call center di Lottomatica. Quasi tutto esaurito.

Vabbé, troppo facile per un Roma-Juve, e per di più per un Roma-Juve che vale le semifinali di Coppitalia. Si dirà così. È vero e falso allo stesso tempo. Vero, perché col Livorno le presenze complessive – abbonati più paganti, circa novemila – sono state 35.010, che è il nuovo record minimo stagionale.

Falso, perché il trend della Roma al botteghino è in netta controtendenza rispetto a tutte le altre società italiane, eccezion fatta per la Juventus. È uno dei motivi di orgoglio del CEO romanista Italo Zanzi, che in un articolo pubblicato da SportsBusinessJournal. com e tradotto in Italia da Insideroma.com ha evidenziato come gli stadi italiani «siano spartani, nel senso che non sono stati progettati per il comfort». 

La società ha investito anche qui, ha ideato un’area Premium in Monte Mario dove si può godere di una serie di servizi che uno si aspetterebbe di avere solo in uno stadio di proprietà, ma allo stesso tempo – anzi, forse anche prima – ha destinato agli under 14 uno spicchio importante dell’Olimpico, l’ex Distinti Nord lato Tevere, che va costantemente esaurito oppure ci va vicino. Il risultato, il termometro del successo, sono questi numeri, è una media di circa 42 mila spettatori a partita contro i quasi 23 mila della Serie A.

 

Fonte: ll Romanista(D.Galli)

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom