Rassegna Stampa

Sirene cinesi per Gervinho. Assalto ad Adriano

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 14-01-2016 - Ore 07:05

|
Sirene cinesi per Gervinho. Assalto ad Adriano

GAZZETTA DELLO SPORT - CECCHINI - Altro giro, altra corsa per una giostra giallorossa che, piaccia o no, non può fare a meno di lui. Metabolizzato il dispiacere per la partenza di Garcia, il direttore Walter Sabatini si è rimesso al lavoro per rinforzare la rosa di una squadra in cui peraltro lui continua a credere ciecamente [...] Vero? Diciamo verosimile, con tre considerazioni di base: 1) Pallotta è molto contento del lavoro del d.s. sportivo perché ha rimesso in sesto i conti del club, perciò non lo manderà mai via. 2) In due importanti snodi dell’ultimo semestre il d.s. non è stato ascoltato dal presidente: quando voleva mandar via Garcia in estate e adesso che consigliava di tenerlo. 3) Spalletti chiede voce in capitolo assai più dell’allenatore francese.
ADRIANO E CRISCITO A differenza del recente passato, però, il d.s. metterà una particolare attenzione alla difesa, possibilmente puntando sul prodotto italiano, anche per questioni di lista. L’avverbio però è importante, perché il primo vero affondo è su Adriano, per il quale è stata fatta al Barcellona una richiesta di prestito con diritto di riscatto, e si attende risposta [...] Ma nelle strategie qualcosa potrebbe cambiare, se Gervinho accetterà le munifiche proposte del Jiangsu: i 15 milioni ventilati dai cinesi potrebbero dare nuova libertà di manovra a Sabatini negli acquisti. Sull’ivoriano, per il quale c’è stato anche un sondaggio del Porto, la consultazione con Spalletti sarà d’obbligo, perché non è escluso che l’allenatore toscano lo consideri (come Garcia) una pedina fondamentale nel proprio scacchiere tattico. Tra i giocatori che piacciono, comunque, resta l’olandese Lens del Sunderland. Sempre in chiave partenza, c’è da piazzare Doumbia, sul quale si è rifatto vivo il Cska. «Non è mai facile trattare con la Roma — dice il d.g. Babaev — ma il colloquio c’è e non perdiamo la speranza». Neppure a Trigoria, ma quella di venderlo bene. 

Fonte: GAZZETTA DELLO SPORT - CECCHINI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom