Rassegna Stampa

Social e digitale lo sport nel futuro

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 07-03-2016 - Ore 08:04

|
Social e digitale lo sport nel futuro

MESSAGGERO - SACCA' - Ben consapevole di vivere un momento storico immerso nella tecnologia, il mondo dello sport ha scelto di riunirsi per analizzare l’importanza delle innovazioni digitali. E per immaginare, di riflesso, il cammino che condurrà verso il futuro. Così il 24 e il 25 maggio, nella cornice dell’Emirates Stadium di Londra, si terrà la prima edizione di «SportHackTag». In sintesi, sarà un evento di ampio respiro europeo, dedicato, come detto, al cambiamento e al progresso tecnologico che muovono ormai il pianeta dello sport. La lista dei partecipanti è ancora in via di definizione, ma ha già accolto diverse figure di rilievo, come il direttore generale della Figc, Michele Uva, oltre che i rappresentanti del Real Madrid, del Barcellona e dei maggiori club italiani. Insomma, a sintetizzare, va detto che SportHackTag si pone l’obiettivo di diventare un riferimento per chi opera nel ramo. Soprattutto ambisce a offrire l’opportunità di condividere esperienze significative; e a organizzare incontri fra l’industria e i protagonisti del settore.
IL PREMIOCome si sa, d’altronde, i nuovi media hanno consentito allo sport di raggiungere uno smisurato numero di follower, e di aver creato quindi una maggiore visibilità per i marchi, specie in Asia. Sviluppato dalla Gea World e da Minimega, il progetto SportHackTag è nato dunque dalla consapevolezza di assistere ormai a un mutamento dei comportamenti dei tifosi e delle aziende, orientati dal vento di internet. «SportHackTag è la risposta a un’esigenza pressante nello sport, vale a dire facilitare il dialogo fra le aziende attive nel digitale e i clienti e gli investitori del mondo dello sport», ha spiegato Riccardo Montefusco, l’ad di Minimega. E non basta. Perché «la crescita dei social media ha permesso a club e leghe di raggiungere un’audience vastissima e di espandersi a livello globale. Sono stati fatti passi importanti, eppure mancava un posto in cui gli attori dell’industria digitale potessero confrontarsi. Con SportHackTag adesso c’è», ha concluso Montefusco. A Londra sarà anche consegnato il Digital project award, il premio legato al miglior progetto digitale del 2015.

Fonte: MESSAGGERO - SACCA'

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom