Rassegna Stampa

Soltanto Tavecchio può fermare Lotito...

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 28-09-2014 - Ore 18:06

|
Soltanto Tavecchio può fermare Lotito...

La volgare battuta di Claudio Lotito nei confronti di Beppe Marotta non crea danni di immagine soltanto al presidente di Lazio-Salernitana (basta?) e plenipotenziario di Lega e Fgc. Ma crea problemi seri anche al presidente della stessa Figc, Carlo Tavecchio. Il n.1 del calcio italiano ha iniziato una road map non facile: ha tempo due anni e mezzo per fare quelle riforme che non si sono viste negli ultimi anni (colpa non solo di Abete, attenzione: gli altri dov'erano?). Tavecchio ha incontrato Delrio, vedrà Tommasi per cercare un accordo col sindacato calciatori e sarà anche a Zurigo, la prossima settimana, per spiegare a Blatter cosa vuole fare. Lotito sta davvero esagerando: se le sue presenze in Nazionale erano soprattutto folcloristiche, adesso la guerra con Marotta è arrivata a livelli inaccettabili. Lo scontro in assemblea di Lega è stato pesantissimo: solo Andrea Agnelli e Mauro Baldissoni, dg della Roma, hanno cercato di opporsi allo straripante Lotito. Il presidente della Lega, Maurizio Beretta, non ha detto una parola: il silenzio, si sa, è d'oro (300.000 euro all'anno). Poi, al termine dell'assemblea, quella frase vergognosa: che fa il superprocuratore Palazzi? Si sveglia e deferisce? Il Lotito senza freni crea problemi infiniti a Tavecchio: solo lui può fermarlo. Gli parli. Tavecchio era riuscito ad evitare che Lotito diventasse vicepresidente di Lega, con soddisfazione di Giovanni Malagò. Ma ora gli è scappato di mano...

Presidente Macalli, ma che succede alla Lega Pro?
Che succede in Lega Pro? Problemi interni, e non di poco conto. Il consiglio infatti ha preso decisioni importi come quella di interrompere (traumaticamente) la collaborazione con il direttore generale, Francesco Ghirelli, e con il segretario generale, Sergio Capograssi. I motivi non sono stati spiegati. Top secret. Che è successo? Da tempo si sapeva che i rapporti fra Ghirelli e il presidente Mario Macalli si erano guastati. Problemi di governance e non solo. Stupisce semmai il silenzio della Lega.

Figc: in tribunale il contratto di Robi Baggio
In merito alla causa intentata al dottor Gino Tapinassi, l'ex direttore generale della Figc, Antonello Valentini, dovrà consegnare entro il prossimo 13 ottobre al giudice delle I sezione del tribunale di Roma (R. G. n.60018/2012) copia di dieci contratti di assunzione, di consulenza e collaborazione. Inoltre, Valentini dovrà produrre anche "il contratto di incarico dell'ex calciatore Roberto Baggio quale presidente del settore tecnico federale e del sig. Vittorio Petrone quale consigliere direttivo del predetto settore tecnico, al fine di verificare i compensi elargiti".

Fonte: Fulvio Bianchi - La Repubblica

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom