Rassegna Stampa

Spalletti&co. A Pinzolo in «provincia» di Roma

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 09-07-2016 - Ore 07:21

|
Spalletti&co. A Pinzolo in «provincia» di Roma

LA GAZZETTA DELLO SPORT - PUGLIESE - Le braccia sono già aperte, pronte per quell’abbraccio che a Pinzolo aspettano da 12 mesi. Da quando la Roma, dopo 25 anni, si era riaffacciata da queste parti a luglio scorso, anche se per poco. Oggi invece ci ritorna e sarà la 4 a volta nella sua storia (solo a Kapfenberg e a Riscone i giallorossi si sono visti con maggiore frequenza: 5 stagioni), con un ritiro che da 6 giorni passerà a 9. E con Spalletti al posto di Garcia, senza Pjanic, De Sanctis e Maicon ma con Gerson, Mario Rui e Alisson. Le braccia di Pinzolo sono aperte, aspettano solo quel dolce abbraccio.

APPUNTAMENTI - Che poi avverrà proprio oggi, quando la Roma raggiungerà il Parco Naturale del Brenta. Lo scorso anno lavorare fu duro, anche per i 32 gradi che sembravano la scia del caldo della Capitale. E invece ieri a Pinzolo ha anche piovuto. Peggio, per un po’ ha diluviato e le previsioni non promettono niente di buono per i prossimi 10 giorni. Di meglio dovrebbe esserci l’affluenza della gente: si stimano lungo il ritiro 30.000 tifosi. Appuntamenti fitti: le doppie sedute di allenamenti, le 2 amichevoli con Pinzolo (il 13 alle 17) e Terek Grozny (il 17, stessa ora), la presentazione della squadra l’11, l’incontro con Spalletti il 14 e con Totti il 16 e quello di un gruppo di giocatori coi piccoli tifosi previsto per martedì 12.

PASSIONE - Ieri, tra l’altro, girando per Pinzolo aliti di passione giallorossa già si respiravano eccome. Un po’ per le 12 gigantografie appese in giro nel paese delle vecchie glorie (Pruzzo, Falcao, Conti, Giannini, Aldair, Montella, Losi, Fulvio Bernardini, Ancelotti, Amadei, Rocca e Nela), un po’ per le bandiere e i drappi a colorare le vie e le finestre. «È con piacere che rinnovo alla Roma ed ai suoi tifosi il mio benvenuto a Pinzolo – ha detto ieri il sindaco Cereghini –. Lo scorso anno il feeling è stato immediato, sono convinto che anche stavolta avremo momenti indimenticabili». Lo dirà anche il campo, il Pineta. Ieri gli ultimi lavori, oggi sarà pronto. Compreso il fan village della Roma, i giochi per i bambini e il Rendina Village, allestito all’uscita del campo ed a ridosso dello stadio del ghiaccio. Da quelle parti da domani si costruirà la nuova Roma.

Fonte: La Gazzetta dello Sport - Pugliese

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom