Rassegna Stampa

Spalletti: "Incasso di Roma-San Lorenzo devoluto in beneficenza alle vittime del terremoto"

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 01-09-2016 - Ore 09:43

|
Spalletti:

Questa mattina il mister Luciano Spalletti è intervenuto ai microfoni di Roma Radio per parlare dell'amichevole col San Lorenzo de Almagro che, in occasione della Festa della Famiglia, si svolgerà sabato alle 18 e il cui ricavato sarà interamente devoluto alle popolazioni colpite dal terremoto. Queste le sue parole:

Sabato c'è la Festa della Famiglia e l'amichevole col San Lorenzo.

"Parlando della gravità di quello che è successo diventa facile farla diventare un'amichevole importantissima. Dobbiamo fare squadra. Siamo squadra per andare a giocare partite di calcio, per fare gruppo e per creare presupposti corretti. In questo caso è uguale. Dobbiamo fare gruppo con il nostro pubblico, per dare un aiuto alle persone che hanno perso quasi tutto".

La squadra come ha vissuto quanto accaduto nel centro Italia?

"Si respirava un'aria pesante, anche dentro lo spogliatoio non si parlava di altro. Si vedevano continuamente le immagini del terremoto e si può perdere la concentrazione. Uno viene trascinato per i capelli da quel dolore. Diventa facile quindi avere una reazione corretta, come è successo nel caso del terremoto dell'Aquila".

La sua reazione?

"Ero nel letto quando c'è stato il terremoto, già lì ho avuto una reazione emotiva. Come nel 2009 ero sveglio e mi sono accorto di quello che stava succedendo. Sono andato subito a cercare cosa fosse successo perché da subito mi sembrava un evento di una forza devastante. Dal giorno dopo ho cominciato a telefonare per informarmi e contattare degli amici che ho in quelle zone".

E ora come si va avanti?

"E' una ripartenza, bisogna avere un traino. Anche grazie a quelle cose e a quelle persone che ti possono dare una mano, che possono essere la scintilla della ripartenza. A me è capitato di passare a L'Aquila, si percepisce ancora la devastazione e il pensiero va a quei giorni, a quei popoli e quei paesaggi segnati da quell'evento. Inevitabilmente resta una ferita, anche se quelle persone sono abituate a lavorare e andare avanti, sono radicate nel loro territorio. Non è facile ripartire ma loro ci proveranno e ci riusciranno".

Appuntamento a sabato, allo Stadio Olimpico.

"In una società civile dove difficilmente ci troviamo d'accordo per qualcosa, ora dobbiamo essere uno squadrone fortissimo per andare tutti nella stessa direzione. Tutti insieme per un principio nobilissimo. Poi c'è l'amichevole con il San Lorenzo che è comunque una partita di livello".

Fonte: Roma Radio

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom