Rassegna Stampa

Spalletti e Inzaghi promossi ma bisogna insistere per 90 minuti, non solo 45

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 23-08-2016 - Ore 08:37

|
Spalletti e Inzaghi promossi ma bisogna insistere per 90 minuti, non solo 45

CORRIERE DELLA SERA – TUCCI - Certo, stasera si gioca la partita di ritorno con il Porto per la Champions: o dentro o fuori. Un’occasione da non perdere perché per la Roma significa prestigio e danaro. Basterebbe uno striminzito 0-0, ma la squadra di Spalletti dovrà andare più in là, se vuole dimostrare di essere una squadra che conta non solo in Italia ma pure in Europa. Già, il campionato: per i giallorossi è cominciato bene. Non si rifilano quattro gol all’Udinese se non sei un gruppo organizzato che può far vedere i sorci verdi a tutte le avversarie di rango, Juve compresa. Ad un patto, però: che la Roma giri come ha fatto nel secondo tempo, perché se dovessimo analizzare quella dei primi 45’ sarebbero guai seri. Il che ha dimostrato ancora una volta che Perotti è un elemento essenziale per il gioco della squadra e di lui non si può fare a meno. Se i miei pochi lettori me lo permettono vorrei fare una piccola, ma toccante riflessione: nel match contro i friulani giocato all’Olimpico c’era un solo italiano in campo: El Shaarawy. Una vergogna? Non so se questo sia il sostantivo giusto. Ma come si può pretendere poi che in campo internazionale l’Italia sia una forza? Una soluzione la si dovrà prendere, altrimenti faremo tutti il tifo per il Sassuolo.

Fonte: Corriere della Sera - B.Tucci

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom