Rassegna Stampa

Spalletti non sbaglia mai e il bosniaco lo ripaga

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 14-03-2016 - Ore 07:32

|
Spalletti non sbaglia mai e il bosniaco lo ripaga

IL TEMPO - GIUBILO – C’è qualcuno, nell’organico della Roma, che non sbaglia mai: si chiama Luciano Spalletti. Sull’ottava vittoria a seguire dal suo arrivo in panchina, ci mette la firma quando decide di dare ancora fiducia a Edin Dzeko. Il bosniaco, oggetto di critiche talvolta ingenerose, lo ripaga con il destro che spiana la strada al successo nella nuova Dacia Arena, vantaggio poi consolidato dal capolavoro diFlorenzi e da una supremazia costante. Occasionale, quasi alla fine, il gol dei friulani, oggetto, al fischio conclusivo, di una contestazione crudele quanto immotivata.

Colantuono non poteva fare miracoli contro la squadra che, Juve a parte, è la più in forma del campionato, con l’attacco che resta micidiale, nonostante le troppe occasioni non concretate. Con l’ottava meraviglia del nuovo tecnico, si dilata il vantaggio sullaFiorentina, raggiunta nel finale da Pisano, che si guadagna la gratitudine dei giallorossi i quali, al balcone di Giulietta, rivolgono parole d’amore anche grazie al Chievo, capace di frenare il Milan al Bentegodi. Pioggia di gol a Marassi, non basta al Torino la doppietta di Immobile; il Genoa segna due volte dal dischetto con Cerci, poi Rigonisigla il sorpasso. Nella sfida-salvezza di Modena, il Carpi vince e quasi acciuffa ilFrosinone, punito da un rigore.

La lunga domenica prevedeva anche una doppia parentesi notturna. Napoli a Palermoper rendere amaro il ritorno di Novellino. Si gioca in pratica a una sola porta, ma a spianare la strada agli azzurri arriva Rocchi, che i rigori non li concede soltanto allaRoma. Punita una trattenuta vistosa su Albiol e Higuain trasforma il penalty che rende quasi inutile il seguito della partita, anche se le occasioni sono tutte per gli ospiti.

Infine la Lazio all’Olimpico, dove Pioli fa ampio turn over in vista dell’Europa League. Dalla generale mediocrità, emerge lo spunto di Mauri, sul quale Sportiello fa fallo da rigore, ma il vantaggio applicato consente a Klose di mettere a segno il gol decisivo e regalare (con il gol della doppietta nel finale) tre punti preziosi per Pioli.

Fonte: IL TEMPO - GIUBILO

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom