Rassegna Stampa

Spalletti: «Quanto sei bella Roma» Pjanic: «Sto bene ma non so se resto»

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 09-05-2016 - Ore 08:08

|
Spalletti: «Quanto sei bella Roma» Pjanic: «Sto bene ma non so se resto»

CORRIERE DELLA SERA- PIACENTINI - «Abbiamo fatto ciò che dovevamo, ci siamo giocati questa possibilità nel migliore dei modi. Bisogna guardare al secondo posto senza stress, perché siamo a posto con la coscienza». È soddisfatto Luciano Spalletti, al termine della vittoria per 3-0 contro il Chievo, la tredicesima da quando è tornato a sedersi sulla panchina romanista. A una giornata dal termine la squadra ha già ottenuto 9 punti in più rispetto al girone d’andata (43 contro 34), 20 in più rispetto alla Fiorentina, 15 più dell’Inter e si giocherà fino all’ultimo il secondo posto con il Napoli. «Ai ragazzi vanno fatti solamente i complimenti, riuscire ad accedere alla Champions direttamente sarebbe una ulteriore motivazione anche sul mercato, ma a questo deve pensarci Sabatini».

Il mercato, soprattutto quello in uscita, sarà un argomento caldissimo nelle prossime settimane. «L’essenziale è farsi trovare pronti. Giocatori forti ne possiamo trovare, diventa difficile trattenere chi non desidera restare, ma la cosa fondamentale è che i giocatori della Roma vogliono rimanere tutti. Se poi qualcuno vuole andare è giusto che vada». Totti è stato celebrato da tutto lo stadio per le 600 presenze in serie A, e ancora una volta ha trovato il modo di attirare le attenzioni con il passaggio per il gol di Pjanic. «Il gol è stato di Miralem, anche se la giocata di Francesco è stata bella, del resto in questi assist di prima lui è il più bravo di tutti. Mi sono alzato ad applaudire perché è stato un gol preparato con grande qualità». Hanno applaudito anche i quasi 60 mila sugli spalti. «Abbiamo ritrovato il nostro amico pubblico, abbiamo la responsabilità di giocare in una delle città più importanti del mondo».

Anche se Spalletti si dice sereno le parole di Pjanic, che col gol di ieri è salito a 10 reti, a fine gara non sono rassicuranti. «Il mio contratto scade nel 2018, a Roma sto bene ma nel calcio non si sa mai». Record di reti (6) in A anche per Radja Nainggolan che sui social ha condiviso l’arrivederci al prossimo anno dato dalla moglie.

Un impegno, invece, che non si è preso Francesco Totti che in zona mista, sorridendo, ha fatto segno di no con il dito a chi gli chiedeva se ci sarà nel ritiro di Pinzolo. Semplice goliardia o dubbi reali sul rinnovo?

Fonte: Corriere della Sera - G.Piacentini

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom