Rassegna Stampa

Spalletti, senti Strootman: "Quando in campo c'è Totti abbiamo più fiducia"

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 30-09-2016 - Ore 16:16

|
Spalletti, senti Strootman:

GAZZETTA.IT - ZUCCHELLI - Il giorno dopo la vittoria contro l’Astra Giurgiu a Trigoria è ripartita la "rumba", per dirla alla Spalletti: allenamento mattutino, pranzo al centro sportivo, allenamento il pomeriggio. L’umore è buono, migliorato decisamente rispetto ai giorni scorsi, come ha sottolineato anche Strootman a Sky: "Stiamo meglio, certamente quando in campo c’è Totti abbiamo più fiducia". Eccolo lì, il nome chiave, quello del capitano romanista. Dopo aver giocato titolare contro Crotone e Astra in Europa League ed essere entrato a Torino nel secondo tempo, sembra difficile immaginare un nuovo impiego dall’inizio domenica contro l’Inter e la domanda a cui Strootman e compagni sono chiamati a rispondere è: "La Roma è in grado di fare bene anche senza il suo capitano?". L’olandese chiarisce: "L’Inter è una squadra forte, ha battuto la Juve, ma ha perso anche punti in casa. Un pò come noi, abbiamo perso 8 punti in trasferta in 3 partite e per una squadra come la Roma questo non è possibile. Sicuramente sarà una grande partita domenica, e noi dobbiamo lavorare bene per essere pronti". Su Totti, Strootman dice: "Ha detto di sentirsi come se avesse 25 anni? Sì, come me , l’unica differenza è che lui gioca da 20 anni, è un altro livello. Ha una qualità enorme, in questa stagione è molto importante per noi. Io posso solo dire che spero di non smettere prima di lui".

REBUS DZEKO - Strootman in questo primo scorcio di stagione sta facendo gli straordinari, visto che ha disputato 9 partite su 10 (panchina soltanto a Plzen nel debutto di Europa League) e domenica sarà regolarmente al suo posto contro l’Inter, con il rientrante De Rossi - ieri squalficato - e Nainggolan. In porta si rivedrà Szczesny, la difesa vedrà Florenzi a destra e Peres a sinistra con Manolas e Fazio al centro, in attacco Perotti e Salah sembrano sicuri del posto (l’egiziano nonostante gli alti e bassi è a 4 gol e 2 assist in 9 partite), resta da capire chi, tra Dzeko ed El Shaarawy, entrambi in panchina in coppa, li affiancherà. Il dubbio riguarda gli uomini, ma anche il sistema di gioco: dopo gli errori di Torino, Spalletti si affiderà ancora al centravanti oppure tornerà alla formula col falso nove? Ed in quel caso, chi sarà? Perotti oppure Salah? Dalla rifinitura di domani pomeriggio si potrebbe avere qualche indicazione in più.

Fonte: Gazzetta.it - Zucchelli

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom