Rassegna Stampa

Spalletti: «Roma da 10, ma il Napoli resta favorito per il secondo posto»

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 26-04-2016 - Ore 07:54

|
Spalletti: «Roma da 10, ma il Napoli resta favorito per il secondo posto»

CORRIERE DELLA SERA - PIACENTINI - «È stata una Roma da 10 in pagella». È contento, a fine partita, Luciano Spalletti. Per la vittoria che avvicina la Roma al secondo posto, ma anche per aver blindato il terzo che, nell’ipotesi peggiore, garantisce il preliminare di Champions. «Siamo dentro al calcio che conta - le parole del tecnico - e questa è la cosa importante. Ora proviamo a dare l’ultima forzatura a questo campionato, ma il Napoli merita la posizione che ha, e secondo me la porterà fino in fondo. Quando sono arrivato nessuno pensava che potessimo essere in corsa per arrivare secondi. Non si è sottolineato abbastanza il lavoro dei ragazzi in questo periodo, hanno guadagnato questa possibilità allenamento dopo allenament»”.

Ancora una volta l’ingresso in campo di Francesco Totti ha cambiato la gara. «Si è meritato l’ingresso in campo, aveva fatto tre gol nelle ultime due partite e avevo pensato anche di farlo giocare dall’inizio. Sapevo però che il ritmo sarebbe stato alto e quindi ho scelto di utilizzarlo nella parte finale del match, quando può essere decisivo. Se gioca dall’inizio e si mette a correre dietro a tutti poi ne risente dal punto di vista della qualità. Quelle giocate lì si richiedono anche ai compagni, ma riescono solo a Francesco».

Appena arrivato, ha chiesto per il prossimo anno la garanzia di una squadra in grado di lottare per lo scudetto. La differenza con la Juventus, infatti, è ancora tanta. «Vista alla televisione la Juventus è impressionante, quando ci abbiamo giocato contro abbiamo perso meritatamente, anche per colpa mia. Per accorciare il «gap» bisogna comprare dei giocatori più forti, anche se poi la Roma è messa sicuramente bene. Nel lavoro di un anno ci sono le belle cose, ma bisogna essere capaci di fare delle analisi obiettive e avere il coraggio di mettere mano a situazioni che sono sempre scomode ma che in un percorso di crescita bisogna saper affrontare».

Fonte: CORRIERE DELLA SERA - PIACENTINI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom