Rassegna Stampa

Stadio, Marino accelera. La delibera martedì in aula

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 12-12-2014 - Ore 07:49

|
Stadio, Marino accelera. La delibera martedì in aula

Martedì, finalmente, lo stadio arriva in aula. La prima Assemblea capitolina post «Mafia Capitale», sospesa nel pomeriggio per mancanza del numero legale, non è bastata per iniziare la discussione sul progetto della Roma che sarà però la seconda in programma nella prossima seduta di martedì mattina. L’opposizione ha già chiesto gli interventi in deroga e i tempi del voto dipenderanno dal numero di emendamenti: entro giovedì 18 la delibera dovrebbe incassare l’ok. Col placet di Marino, che ora si sente più «libero» al comando come ha ribadito ieri a Pallotta durante la festa di Natale del club.

«A causa di una conflittualità di alcuni nei miei confronti – ha aggiunto ieri il sindaco a RadioRadio - il lavoro dell’Assemblea era stato piuttosto lento. Ora le cose saranno diverse. Priorità ai provvedimenti che possono portare lavoro a Roma: lo stadio a Tor di Valle porterà 3mila posti solo nella fase di costruzione. La città ha oltre il 40% di disoccupazione giovanile e non posso guardare con distacco un’opera del genere». Ma la strada è ancora lunga. Una volta approvata la delibera, toccherà a Parnasi accelerare i tempi per la consegna dei progetti definitivi da sottoporre poi alla Regione che avrà sei mesi per l’ok definitivo. E i tempi stimati per i lavori, senza calcolare gli inevitabili rallentamenti, sono di almeno 30 mesi.

Le ombre e gli ostacoli sulla «missione» giallorossa aleggiano ancora, ma «per quanto riguarda lo stadio, non c’è un’attività di indagine» precisa il procuratore capo di Roma, Giuseppe Pignatone. «La Procura – aggiunge – non si fa fa strumentalizzare da tizio o caio. Chi vuole che ci siano indagini fa un esposto».

Fonte: IL TEMPO

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom