Rassegna Stampa

Stellone: «Roma piena di campioni Ma ci proviamo»

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 12-09-2015 - Ore 08:10

|
Stellone: «Roma piena di campioni Ma ci proviamo»

CORRIERE DELLA SERA - MARIOZZI - Nicola Leali è pronto a chiudere la porta alla Roma, Daniel Ciofani (per lui sarà il vero debutto dopo i minuti nel finale con l’Atalanta) sogna di vincere il duello con Dzeko. Al «Matusa» è il grande giorno di Frosinone-Roma, primo derby laziale della stagione. La formazione di Roberto Stellone (salita in due anni dalla Lega Pro alla serie A) cerca il riscatto per cancellare le due sconfitte iniziali, mentre quella di Rudi Garcia punta a confermarsi in trasferta dopo il successo con la Juventus. Si gioca alle 18 ( cancelli aperti dalle 15,30) per la terza di campionato, con il Comunale esaurito da giorni. Solo duemila i tifosi giallorossi, ma imponenti le misure di sicurezza disposte dal questore Filippo Santarelli. Il capoluogo sarà blindato: nessuno potrà avvicinarsi allo stadio senza il biglietto d’ingresso e gli ultrà romanisti arriveranno all’impianto con bus navetta della Geaf, (società che gestisce il trasporto pubblico a Frosinone) dopo il ritrovo nel parcheggio dell’ex Permaflex e nell’area della stazione ferroviaria. Al «Matusa» non mancheranno emozioni forti per gli ex giallorossi Rosi e Verde (potrebbe esordire proprio oggi), ma anche per il centrocampista Danilo Soddimo, 28 anni di San Basilio, che sogna un altro gol dopo quello firmato con il Torino nello storico esordio del Frosinone in A. Il Frosinone è pronto. Non ci sarà Gori (influenzato), potrebbe esordire Frara. Pavlovic è favorito per sostituire Crivello. 
Stellone suona la carica: «Abbiamo la possibilità di riscattare le due sconfitte. La Roma è una squadra con tanti campioni, ma nel calcio mai dire mai. Dobbiamo metterci molta più qualità e sacrificio. Al Matusa ci sarà un’atmosfera particolare, una grande cornice di pubblico. Voglio spirito di sacrifico, determinazione, cattiveria. Insomma, una squadra che conceda il meno possibile. Non vediamo l’ora di regalare qualche punto in serie A ai nostri tifosi». 
Ieri mattina in Questura si è svolto il tavolo tecnico. È stata stabilita anche «l’area di rispetto» da via Piave fino a piazza Martiri di Vallerotonda, via Po, via Puccini, piazza Kambo, via Fontana Unica e via Mola Vecchia, che sarà chiusa a partire dalle 15. 

Fonte: CORRIERE DELLA SERA - MARIOZZI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom