Rassegna Stampa

Sterzata Maicon «Roma sta andando tutto al contrario»

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 01-02-2015 - Ore 10:30

|
Sterzata Maicon «Roma sta andando tutto al contrario»

La Roma non sa più vincere. Almeno all’Olimpico che – Coppa Italia contro l’Empoli a parte – vede i giallorossi senza successi dal 30 novembre. In campionato sono 4 le partite casalinghe senza vittorie, ed erano 10 anni che non succedeva. Non è cambiata la sfortuna (vedi l’infortunio al ginocchio e alla caviglia di Iturbe, oggi e domani gli esami, e la traversa di Astori), ma non sono mancati neanche tanti errori dei giallorossi. E il gol di Maicon, che non segnava da 5 anni e mezzo col sinistro, serve soltanto a salvare la faccia: «Le cose non vanno – ammette il brasiliano –, ma dobbiamo ripartire. Certo, questi pareggi non sono belli per una squadra che punta allo scudetto».

Oggi la Roma si metterà davanti alla tv sperando in un regalo da Udine, ma adesso è costretta a guardare anche quello che farà il Napoli: «No – si schermisce il brasiliano –, noi dobbiamo guardare sempre avanti. Abbiamo perso tanti giocatori per infortuni gravissimi, adesso non sappiamo cosa ha Iturbe (che ha lasciato lo stadio con le stampelle e con un’auto che lo ha prelevato direttamente dagli spogliatoi, ndr ), è un momento difficile, creiamo poco e non riusciamo a fare un gol in più. Dobbiamo riuscire a stare tranquilli perché sappiamo di essere forti». Sembra facile, verrebbe da dire, guardando i volti scuri con cui i giocatori lasciano il campo prima e l’Olimpico poi: l’unica consolazione, perché di questo si tratta, è che la Roma da situazioni di svantaggio è riuscita a recuperare 8 punti. «A livello mentale però – spiega ancora Maicon – non stiamo benissimo perché i tifosi fischiano e alcuni giocatori vanno un po’ giù. Giocare nella Roma non è facile e a volte serve l’esperienza per indossare questa maglia».

 

Chi arriva e chi parte Si spera portino entusiasmo i nuovi acquisti. In questi giorni arriveranno 3 giocatori, due dei quali però non possono essere impiegati subito, perché Doumbia (conGervinho) gioca oggi in Coppa d’Africa (e la Roma spera in un regalo dell’Algeria) e Ibarbo ha un problema al gemello. Considerando che Destro sta a Milano, Borriello sta per partire per Genova e Iturbe è un punto interrogativo, per martedì rischiano di essere a disposizione i soliTottiLjajic e, eventualmente, Florenzi. Emergenza totale per una squadra che fatica tanto in attacco.

 

Keita e la reazione L’unica cosa che Garcia può godersi è il rientro a centrocampo di SeydouKeita. È sceso dall’aereo, si è riposato, ha rimesso gli scarpini e ha ripreso a guidare il centrocampo. Alla fine è sintetico ma diretto. «È un momento difficile, può capitare. Abbiamo bisogno dei nostri tifosi per reagire. Non dobbiamo perdere la fiducia in noi stessi». In una squadra che deve fare a meno di Strootman a tempo indeterminato («non tornerà in questa stagione», ha ufficializzato Garcia) e di De Rossi per almeno altre due settimane, almeno questa è una buona notizia.

Fonte: Gasport

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom