Rassegna Stampa

Stretta su Iturbe. Idea Cambiasso

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 01-06-2014 - Ore 08:44

|
Stretta su Iturbe. Idea Cambiasso

Mancano le prove, ma gli indizi abbondano. Non si è nascosto Walter Sabatini durante la conferenza stampa che di fatto ha ufficializzato l’apertura del mercato giallorosso. Il ds ha svelato tra le righe quali ruoli andranno puntellati per competere al meglio l’anno prossimo tra campionato e Champions.

Sulla lista della spesa figurano al momento un attaccante esterno, un centrocampista, un terzino sinistro e un altro centrale di difesa. Andando con ordine e rispettando le priorità, la Roma è pronta ad investire buona parte del suo bottino per regalare al tecnico una valida alternativa da inserire nel reparto offensivo in sostituzione di Bastos, che non verrà riscattato e tornerà probabilmente negli Emirati Arabi.

Sabatini continua a monitorare la situazione di Iturbe, acquistato appena qualche giorno fa dal Verona per circa 15 milioni versati al Porto. La valutazione del talento argentino classe ’93 continua a superare abbondantemente i 20 milioni, ma visti i buoni uffici con il ds gialloblu Sogliano, la trattativa potrebbe prevedere l’inserimento di alcune contropartite tecniche. Marquinho a parte, il Verona non ha mai nascosto l’interesse per i giovani giallorossi Jedvaj e Ricci. La Roma, però, continua a tenere più di una porta aperta, a partire da Cerci: l’attaccante (valutato dal Torino circa 15 milioni) tornerebbe di corsa nella capitale. I granata aspettano l’offerta e monitorano la situazione di Romagnoli, finito nel mirino di Ventura. Proprio ieri è stato ufficializzato il rinnovo del giovane centrale romanista, che ha firmato un quadriennale fino al 2018 a circa 600.000 euro a stagione. Posizionati al momento in seconda fila invece Aubameyang e Cuadrado, destinato al grande salto in una big europa.

A centrocampo la Roma vorrebbe inserire un altro elemento di esperienza. L’ultima idea è Cambiasso (34 anni ad agosto) che non avrebbe problemi a firmare un contratto a cifre ridotte pur di giocare la Champions. Preferirebbe spostarsi all’estero per non fare un «torto» all’Inter ma è stato offerto e le parti stanno riflettendo. L’identikit del giocatore affidabile ed esperto in campo internazionale non ha escluso inoltre Keita, segnalato nella capitale nei giorni scorsi. Il maliano classe ’80 (assistito dallo stesso procuratore di Garcia e Gervinho) ha disputato però soltanto 7 presenze quest’anno nel Valencia a causa di problemi al ginocchio.

Proprio in Spagna continuano a condurre le tracce che portano al terzino sinistro. Nella lista dei desideri del club c’è Adriano, disposto a lasciare Barcellona pur di trovare maggiore continuità. Il 29enne ha rinnovato lo scorso anno a circa 3 milioni netti fino al 2017 e il cartellino viene valutato dai blaugrana non meno di 10.

Aspettando Benatia, l’intenzione di Sabatini rimane comunque quella di garantire a Garcia l’arrivo di un altro centrale. oltrea alla conferma di Toloi. La permanenza del brasiliano però dipenderà dalle richieste del San Paolo: se il club verdeoro abbasserà notevolmente la cifra fissata del riscatto (5,5 milioni) o rinnoverà il prestito, allora l’affare andrà in porto. Capitolo giovani: confermata al momento l’ipotesi di inserire Paredes nella rosa, Sabatini valuta inoltre la posizione di Ucan e Abner (bloccato a 5 milioni ma fermo da 5 mesi per la rottura del crociato). Entrambi non posseggono passaporto comunitario. Possibile quindi che il ds decida di sistemarli in prestito per un anno in Italia.

Fonte: IL TEMPO - SERAFINI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom