Rassegna Stampa

Striscioni sulla madre di Ciro: 4 Daspo

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 19-04-2015 - Ore 09:50

|
Striscioni sulla madre di Ciro: 4 Daspo

Uno ha precedenti per rapina e lesioni, un altro per violenza e minacce a pubblico ufficiale e interruzione di pubblico servizio. Sono due dei quatto tifosi romanisti che ieri hanno ricevuto il Daspo per gli striscioni contro la madre di Ciro Esposito esposti durante Roma-Napoli del 4 aprile. Di età compresa tra i 22 e i 28 anni, la polizia li ha identificati analizzando le immagini della partita dell’Olimpico nonostante sciarpe e cappucci. Altri tifosi potrebbero essere identificati a breve.

A dare l’annuncio lo stesso ministro dell’Interno Angelino Alfano, promotore del decreto che porta il suo nome. «I quattro ultrà saranno sottoposti al Daspo – ha dichiarato - in base all’articolo 2 della legge che ho fortemente voluto e che ha imposto nuove regole sulle manifestazioni sportive. Ringrazio la Questura di Roma per il lavoro svolto e per l’impegno che i nostri poliziotti mettono per aprire gli stadi a tutti, alle gente che ama lo sport, alle famiglie».

Gli striscioni «invisibili» sono stati i protagonisti del tavolo tecnico presieduto dal questore Nicolò D’Angelo andato in scena ieri in vista della sfida tra Roma e Atanta. Il presidente della Figc Carlo Tavecchio nei giorni scorsi si era chiesto come fosse possibile introdurre negli impianti degli striscioni lunghi decine di metri senza che le forze dell’ordine possano accorgersene. Ieri gli uomini della polizia hanno risposto indirettamente al quesito proiettando un video in cui si mostrano le tecniche solitamente usate dagli ultras per nascondere striscioni e petardi. Il materiale esplodente e i fumogeni spesso vengono celati all’interno di panini o infilati nelle scarpe. Uno dei metodi più usati per introdurre striscioni di scomporli in moduli di dimensioni ridotte e riassemblarli una volta entrati nello stadio. Secondo gli uomini della Questura all’interno di una scarpa o di un portafoglio può essere celata una porzione di carta fine lunga fino a 4 metri. Massima attenzione sarà prestata ai controlli all’ingresso dello stadio mentre è stata predisposta la consueta bonifica all’interno dell’impianto e nelle zone adiacenti. A vigilare sull’ordine pubblico circa 800 agenti delle forze dell’ordine per una partita che, nonostante le tensioni tra i tifosi di casa e la dirigenza, non dovrebbe presentare particolari criticità. L’apertura dei cancelli è prevista per le 13. La squalifica della curva Sud per gli striscioni offensivi nei confronti della madre di Ciro Esposito riguarda solo la parte centrale del settore, come specificato dal giudice sportivo. Gli ex distinti Sud, lato Monte Mario, saranno regolarmente aperti per i circa seimila abbonati. Sempre che una parte di loro non decida di partecipare alla protesta annunciata fuori dall’Olimpico.

Fonte: Il Tempo

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

federica 19/04/2015 - Ore 21:17

4 daspo per alfano... ma che ne sanno quelli dietro una scrivania ,,,di NOI TIFOSI

chiudi popup Damicom