Rassegna Stampa

Strootman: non c’è nessuna lesione. La Roma ora respira

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 07-03-2014 - Ore 08:38

|
Strootman: non c’è nessuna lesione. La Roma ora respira

Rudi Garcia può tirare un sospiro di sollievo. Non c’è nessuna lesione, infatti, per Kevin Strootman che mercoledì sera è uscito dal campo zoppicando, dopo aver ricevuto una botta al ginocchio destro nell’amichevole che l’Olanda stava giocando a Parigi contro la Francia. Gli esami a cui si è sottoposto ieri il centrocampista non hanno evidenziato nessuna complicazione e, smaltito il dolore, Strootman potrà essere regolarmente al suo posto nella gara contro il Napoli, domenica sera al San Paolo. Una partita che, si augurano a Trigoria, potrebbe mettere la parola fine alla corsa per il secondo posto e ai milioni già «certi» della Champions League 2015.

Strootman, che è stato l’ultimo tra i nazionali a rientrare alla base, ha rassicurato Garcia sulla sua volontà di esserci, testimoniata anche dal fatto che ha chiesto esplicitamente la sostituzione al commissario tecnico olandese, subito dopo il contrasto con Valbuena, proprio per non compromettere la situazione. Il tecnico francese, che dovrà già rinunciare a De Rossi, oltre che a Totti e Balzaretti, può così ragionare in maniera più serena sulla formazione che affronterà il Napoli. Senza Strootman e con Pjanic che si trascina un fastidio al ginocchio da inizio gennaio ci sarebbe stata un’emergenza in mezzo al campo. Anche il bosniaco, che su espressa richiesta della Roma non ha giocato nemmeno un minuto con la sua nazionale, sta meglio e ieri ha svolto tutto il lavoro con il gruppo.

Non ci dovrebbero essere dubbi sulla sua presenza e non è da escludere un suo utilizzo alle spalle di Mattia Destro, se Garcia deciderà di mettersi a specchio contro il Napoli e di partire con il 4-2-3-1, con Strootman e Nainggolan davanti alla difesa e Gervinho e Florenzi esterni. «Il ruolo che mi ha cucito addosso il mister – ha detto Florenzi, che ha partecipato alla videochat con gli utenti iscritti al programma Memebership dell’As Roma - è quello in cui rendo al meglio. Io capitano? Per il momento non ci penso: ho davanti a me due monumenti come Totti e De Rossi, sarebbe bello fare la loro carriera. Le curve chiuse? Per noi i tifosi sono importanti, ci danno il supporto giusto per tirare fuori quel qualcosa in più che abbiamo dentro e che ci serve per fare la prestazione. Continuiamo così e ci toglieremo delle soddisfazioni »Totti ieri ha effettuato un allenamento differenziato sul campo: ha svolto lavoro atletico e con il pallone. Le sue condizioni migliorano, ma a Napoli non ci sarà.

Fonte: Corriere della Sera/G.Piacentini

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom