Rassegna Stampa

Sulla fascia torna Maicon

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 01-04-2014 - Ore 08:56

|
Sulla fascia torna Maicon

Il giorno della grande occasione è arrivato. Domani alle 18.30 allo stadio Olimpico si recupera Roma-Parma, partita sospesa il 2 febbraio scorso all’ottavo minuto del primo tempo per impraticabilità di campo. «Mercoledì giocheremo solo noi e il Parma, possiamo guadagnare punti sulla Juventus» questo il Garcia pensiero degli ultimi giorni che, soprattutto dopo la sconfitta dei bianconeri al San Paolo, continua a spronare i suoi a guardare avanti e puntare alla grande rimonta.

Si ricomincerà da un fallo laterale sotto la Tribuna Tevere, l’arbitro sarà sempre De Marco di Chiavari ma le formazioni che si giocherano gli 82 minuti più recupero dovrebbero essere diverse rispetto a due mesi fa. Rispetto al 2 febbraio Rudi Garcia non avrà a disposizione Kevin Strootman. Per sostituirlo l’allenatore francese non potrà contare su Radja Nainggolan che era squalificato due mesi fa e lo sarà anche domani. Toccherà a Rodrigo Taddei completare il terzetto di centrocampo con De Rossi e Pjanic. Il bosniaco è uscito leggermente dolorante alla caviglia destra dalla partita col Sassuolo ma stringerà i denti e partirà dal primo minuto anche contro il Parma.

La difesa, invece, dovrebbe essere la stessa di quel 2 febbraio con Maicon, Benatia, Castan e Torosidis davanti a De Sanctis. Restano dei piccoli dubbi sui terzini. Maicon, rimasto in panchina contro il Sassuolo, ieri ha svolto solo lavoro differenziato a Trigoria. La febbre è passata e c’è ottimismo circa il suo recupero per domani sera. Con il brasiliano in campo Torosidis si gioca la maglia di terzino sinistro con Romagnoli e Dodò. Il greco resta favorito sugli altri due anche se il giovane prodotto del vivaio romanista sta scalando posizioni nella graduatoria di Garcia. Roma-Parma sarà, ancora una volta, la partita di Francesco Totti. Per il capitano Parma vuol dire gol (i gialloblù con 19 reti sono la squadra più punita dal numero 10), ma soprattutto il ricordo più bello della sua carriera: il 17 giugno 2001, terzo scudetto e una gioia immensa.

Per averlo al pieno delle forze domani, Garcia lo ha lasciato in panchina per 80 minuti nella trasferta di Reggio Emilia. Ma al capitano giallorosso è bastato poco per lasciare il segno e fornire l’assist a Bastos per il gol del definitivo 2-0. Con quel passaggio vincente Totti è arrivato a quota 9 assist, raggiungendo Gervinho in testa alla classifica dei migliori passatori del campionato. E proprio da loro due Garcia ripartirà per avere la meglio sul Parma. Da loro e da Mattia Destro. Con il gol segnato al Sassuolo il numero 22 è arrivato a quota 10 in campionato consolidando la sua posizione di capocannoniere romanista. L’ex attaccante del Siena non smette di segnare (va in gol da quattro partite consecutive), mantenendo una media gol incredibile: una rete ogni 93 minuti giocati. Impossibile rinunciare a uno come lui in questo momento.

Fonte: IL ROMANISTA - COLETTI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom