Rassegna Stampa

Szczesny buio e miracoli, Jesus centrale distratto

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 12-09-2016 - Ore 06:53

|
Szczesny buio e miracoli, Jesus centrale distratto

IL MESSAGGERO - ANGELONI - Lo spettacolo comincia nella ripresa: Totti è l'uomo della Provvidenza, Dzeko sposta l'equilibrio offensivo e i terzini viaggiano spensierati. Sotto tono Nainggolan. 
SZCZESNY 5,5
Gran parata su diagonale di Muriel, un'altra su tacco ravvicinato di Quagliarella. Non certo impeccabile sulle due reti della Sampdoria. Ombre e luci.
FLORENZI 6,5
Primo tempo travolto dalla timidezza: non riesce a liberare la corsa né le idee. Poi sale in cattedra da attaccante esterno aggiunto. A volte è commovente nelle due fasi. 
MANOLAS 6,5
Un passo in meno in avanti e Muriel finisce davanti a Szczesny, è l'errore grossolano della prima frazione. Ma è l'unico. Marca (avversari e compagni), rincorre e cerca anche la stoccata in area avversaria. Dignitosissimo.
JUAN JESUS 4 Gli parte Muriel dietro le spalle e sono dolori; gli sfugge Quagliarella e sono sempre dolori. Pomeriggio annacquato, pomeriggio sfortunato. Bella, nella ripresa, la verticalizzazione per Salah. Da rivedere.
BRUNO PERES 6 Nei primi minuti va alla caccia di Alvarez, poi di Quagliarella, e spesso di Muriel. Riesce a contenere nei primi metri di corsa, poi a campo aperto si specchia nelle sue difficoltà da difensore d'attacco. Nella ripresa a tratti diventa quasi imprendibile, visto che da difendere c'è rimasto poco. Coraggioso.
DE ROSSI 5,5
Qualche errore in appoggio su palla in uscita, molta sofferenza nel contrasto a metà campo e nella lettura degli inserimenti avversari. Non brillante in generale, anche se la verticalizzazione per Perotti sulla rete di Salah è per pochi.
STROOTMAN 5,5
Un avvio con lentezza, non riesce a dare una mano alla catena di sinistra, che spesso cade in errore. Cuore, testa e gambe nel secondo tempo. Meglio lui, meglio tutti. In generale un tantino appannato.
SALAH 6 Si mangia qualche gol, uno lo fa. A volte calcia come un bambino dei pulcini, ma quando accende il motorino è difficile da prendere. E Giampaolo gli cambia marcatore due/tre volte.
PEROTTI 6,5
Con la palla al piede decide, fa, disfa: assist buono per Salah e uno andato a male per El Shaarawy. 
NAINGGOLAN 5 Impreciso, quasi irriconoscibile, stanco. Succede.
EL SHAARAWY 5 Parte in tromba, sbaglia un gol e si ammoscia.
TOTTI 9Descrivere una sua giocata è impossibile perché non è mai una sola; trasmettere cosa significhi Totti in termini di emozioni e passioni è un'impresa che lasciamo ai poeti. Lui c'è ancora, questo conta. Perché l'intelligenza calcistica non ha età. Senza parole, solo applausi. 
DZEKO 7,5
Sposta gli equilibri là davanti: segna un gol (sublime il tocco di destro e il tap-in di sinistro), un altro paio per metà se li mangia per l'altra metà è bravo Viviano, si procura il rigore della vittoria.
ITURBE NG Una fucilata sugli spalti poteva cambiargli la vita, ma non gliel'ha (ancora) cambiata.
SPALLETTI 6 Primo tempo (quasi tutto) inguardabile, poi la pioggia e Totti lo portano sul binario giusto. 
GIACOMELLI 5 Dzeko viene toccato in area e lui dà rigore. Una vita per decidere di riprendere il gioco dopo la pioggia. Under the sky, direbbero gli inglesi.

Fonte: IL MESSAGGERO-ANGELONI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom