Rassegna Stampa

Tavecchio: "Sì al ct di nome se si riduce l’ingaggio". Tommasi: "Solo dalla A una candidatura unitaria"

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 02-07-2014 - Ore 07:38

|
Tavecchio:

La lunga volata è iniziata. Meno quaranta giorni all’elezione del nuovo presidente. La data è quella dell’11 agosto e le candidature potranno essere presentate entro il 27 luglio. Gli stati generali delle varie leghe sono pronti a riunirsi: martedì 8 toccherà ai dilettanti, il giorno dopo sarà il turno della Lega di B, mentre la serie A e la Lega Pro ancora non hanno deciso. Per ora alla candidatura in pectore di Tavecchio (nella foto), che a Radioradio ha aperto al ct di “nome” se si riduce l’ingaggio, l’opposizione, dopo il passo indietro di Albertini, non ha ancora un candidato. Tommasi (Aic) proverà a convincere l’ex consigliere federale a ripensarci ma non è facile. Intanto ieri ha chiamato alla raccolta la Lega di A: «Penso sia l’unica che possa presentare una candidatura unitaria». Nel frattempo toccherà al dimissionario Abete (e al consiglio uscente) gestire l’ordinaria amministrazione che di ordinario, in realtà, ha ben poco. Dalle iscrizioni al campionato (dove almeno un club di serie B e tre di Lega Pro rischiano grosso) alla riforma della giustizia sportiva, senza contare la riforma dei campionati professionistici.

Fonte: IL MESSAGGERO - CARINA

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom