Rassegna Stampa

"Totti e Higuain, un abbraccio contro la violenza"

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 29-10-2014 - Ore 07:38

|

Non abbassare la guardia. Rafa Benitez è un martello alla vigilia della sfida con l’Atalanta: il pericolo (inconscio) è quello di sottovalutare la trasferta di stasera anche perché poi sabato al San Paolo arriva la Roma. «Sarebbe un errore pensare già ai giallorossi, noi dobbiamo concentrarci soltanto sull’Atalanta – spiega Benitez a radio Kiss Kiss –considerando che abbiamo bisogno di punti». La parola magica è continuità di risultati. «Sicuramente affronteremo un avversario ostico, quindi manteniamo alta la tensione». Le parole assomigliano ad un ritornello che il suo gruppo deve imparare a memoria: a Bergamo sono vietati passi falsi. Ecco perché stavolta il turnover sarà limitato dopo il pesante ko (3-0) della scorsa stagione con Hamsik e Higuain in panchina. Contro il Verona, la formula H2 è tornata a brillare. «Sono contento per entrambi. Il nostro bomber aveva solo bisogno di sbloccarsi, Marek non ha mai avuto problemi con il modulo, era soltanto una questione di fiducia». Entrambi saranno protagonisti assieme al capocannoniere Callejon, la scommessa vinta da Benitez. Il ballottaggio è tra Insigne e Mertens. In difesa Mesto insidia Maggio (Zuniga out per infortunio, Britos è recuperato e si accomoderà in panchina), in mediana ritorna Inler al fianco di David Lopez.

L’INCONTRO - Il Napoli (che dall’Inghilterra vogliono vicino a far tornare in Italia Balotelli) vuole rilanciarsi prima del match con la Roma. Il San Paoloindosserà l’abito delle occasioni migliori: la prevendita va a gonfie vele (circa 10mila biglietti già acquistati, praticamente esaurita la curva A), ma la partita si giocherà senza i sostenitori giallorossi su disposizione del Casms che ha vietato la trasferta dopo gli incidenti dello scorso 3 maggio in cui ha perso la vita Ciro Esposito. Dell’omicidio è stato accusato Daniele De Santis, in passato legato alla curva Sud e quindi la tensione tra le tifoserie è alle stelle. Il piano di sicurezza sarà imponente, come garantito dalla Questura di Napoli: ci saranno controlli accurati sull’A1 e alla stazione per evitare che qualcuno possa comunque recarsi a Fuorigrotta senza biglietto. «Auspico un abbraccio prima della gara tra Higuain e Totti per stemperare il clima», questo il pensiero delPrefetto, Vincenzo Panico, presidente della Task Force per la sicurezza delle manifestazioni sportive, a margine di un convegno organizzato ieri a Napoli sulla violenza negli stadi. «Anche il comportamento dei giocatori in campo – ha detto Panico – influisce e favorisce il dialogo. Auspichiamo e confidiamo che questi gesti avvengano, perché i tifosi colgono questi segnali. Abbiamo anche invitato le società a far sedere insieme i giovani calciatori della Roma e del Napoli sabato per vedere il match». «Napoli-Roma può essere l’occasione per mostrare un’inversione di tendenza», è la speranza del Prefetto.

Fonte: IL MESSAGGERO - TINA

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom