Rassegna Stampa

Totti e il contratto, per Pallotta una formalità

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 30-05-2013 - Ore 09:23

|
Totti e il contratto, per Pallotta una formalità

(Il Messaggero – S.Carina)  Il contratto di Totti si farà. La Roma non lo ha mai messo in discussione come testimoniano le parole di Pallotta nei giorni scorsi: «Ne abbiamo già parlato e ne torneremo a parlare a fine stagione. Certamente». Al momento, però, la società non considera il rinnovo del capitano una priorità, considerando il rush finale nel quale è impegnata sul versante Allegri. Il calciatore – infastidito dalla situazione – in questi giorni è ancora in città.Nonostante il rompete le righe avvenuto nel post-derby non è ancora potuto partire con la propria famiglia per le vacanze avendo i due figli impegnati con la scuola. Quello che è certo è che si attendeva maggiore considerazione. 

MESSAGGI ALLA SOCIETA’ - Il contratto scade tra tredici mesi e chiacchiere a parte, le parti sono almeno da febbraio che non si confrontano realmente sul tema. Le parole del presidente, già volato via dall’Italia – «Finché vorrai giocare a pallone potrai farlo nella Roma» – lo hanno rassicurato ma non soddisfatto. E le dichiarazioni rilasciate alla rivista France Football – «Ho offerte da importanti squadre straniere» – è un chiaro segnale lanciato alla società che si augura venga recepito. Totti, infatti, non vuole iniziare la prossima stagione senza aver firmato il prolungamento. E pensandoci, sarebbe il minimo per un campione come il numero dieci giallorosso, che oltre alla storia, catalizza e rappresenta il presente del club. Anche perché poi, a gennaio, qualora le trattative si prolungassero, se volesse potrebbe firmare per un’altra squadra. A Trigoria assicurano che la questione verrà chiusa con largo anticipo anche se va ancora discussa la durata. Lui vorrebbe un biennale, la società preferirebbe un 1+1. Non si è parlato ancora di cifre che saranno certamente più basse (ma non di molto) rispetto ai 4,8 milioni che percepisce attualmente. 

SPUNTA LAZZARI - Intanto Sabatini è da ieri sera nuovamente a Milano. Non per l’allenatore (con il quale la Roma ha già trovato l’accordo) ma per il mercato. Il club giallorosso continua a monitorare Nainggolan. Il ds ha un accordo con l’agente del centrocampista ma persistono le difficoltà di dialogo con il Cagliari che tratta il calciatore con l’Inter. La partenza di Osvaldo – si è fatto sotto il Psg – apre un buco nel reparto, la prima scelta per sostituirlo è Matri. Con l’Udinese oltre che per Benatia si parlerà anche di Lazzari (a metà tra il club friulano e la Fiorentina). Stekelenburg ad un passo dal Fulham mentre Zamparini dichiara: «La Roma mi ha chiesto Sorrentino».

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom