Rassegna Stampa

Totti fa 600 e dà l’arrivederci

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 08-05-2016 - Ore 07:12

|
Totti fa 600 e dà l’arrivederci

CORRIERE DELLA SERA – PIACENTINI - Alla domanda se Francesco Totti avrebbe giocato titolare oggi contro il Chievo (inizio alle 12.30), Luciano Spalletti ha preferito non rispondere in maniera diretta. «Francesco - le parole del tecnico - sta facendo perfettamente quello che speravo: in termini di presenza dentro la squadra, di condizione, di intensità e qualità negli allenamenti. Sono soddisfatto del suo contributo». Traduzione: contro il Chievo partirà ancora una volta dalla panchina perché è quella la sua attuale dimensione. Può fare ancora la differenza - e lo ha dimostrato abbondantemente nelle ultime settimane in cui ha portato parecchi punti alla Roma - ma da subentrato e non da titolare. Circostanza, questa, che non dovrebbe impedirgli di tagliare un traguardo, l’ennesimo, prestigioso: la presenza numero 600 in serie A. Tutte, naturalmente, in maglia giallorossa. Al capitano basterà giocare anche solo un minuto per entrare nel club ristretto che oggi comprende solamente Paolo Maldini e Javier Zanetti. L’ex capitano milanista, con 647 presenze, è praticamente irraggiungibile. L’attuale vicepresidente interista, a 615, potrà essere ripreso nella prossima stagione. Anche se ancora non c’è l’ufficialità, il rinnovo per un altro anno del numero 10 è praticamente cosa fatta e, probabilmente, sarà annunciato subito dopo la fine del campionato, magari in occasione del ritorno a Roma del presidente James Pallotta. Per come si erano messe le cose nelle scorse settimane, la gara contro il Chievo ha rischiato di diventare la sua partita d’addio. È anche per questo che molti tifosi romanisti sono corsi al botteghino per acquistare un biglietto che sarebbe diventato da collezione. La gara contro i veneti, invece, sarà soltanto una grande festa e un arrivederci. Per l’occasione l’Olimpico tornerà ad indossare il vestito dei giorni migliori e si presenterà pieno praticamente in ogni settore: ieri sera il conteggio delle presenze «ufficiali» ha superato 55 mila spettatori, a cui vanno aggiunti i ritardatari e i molti «portoghesi» (biglietti omaggio e sponsor). In totale, quindi, saranno circa 60 mila le presenze (i cancelli saranno aperti alle 10.30). In tutta questa stagione era successo solo in tre occasioni: contro Barcellona e Real Madrid in Champions e contro la Juventus, alla seconda giornata di campionato, la prima casalinga. Quella contro i bianconeri è stata anche l’ultima volta in cui erano presenti i gruppi della curva Sud, che poi hanno cominciato la protesta contro la divisione del settore voluta dall’ormai ex prefetto di Roma, Franco Gabrielli. Gran parte della curva, però, ha deciso di esserci contro il Chievo, su indicazione dei Fedayn, gruppo storico che qualche giorno fa ha annunciato il ritorno e la volontà di abbonarsi per la prossima stagione.

«Per noi è come ritrovare un grandissimo amico - ha detto Spalletti -, che precedentemente ci aveva aiutato tantissimo e poi per un periodo non ha potuto farlo. Ora lo ritroviamo con piacere. Quando si ha una squadra bella e una curva bellissima diventa tutto più facile».

Fonte: CORRIERE DELLA SERA – PIACENTINI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom