Rassegna Stampa

Totti, firma vicina. Rimane in sospeso il ruolo da dirigente

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 19-05-2016 - Ore 08:12

|
Totti, firma vicina. Rimane in sospeso il ruolo da dirigente

LA GAZZETTA DELLO SPORT - PUGLIESE - «Un paio di giorni e la firma arriverà». Ad ufficializzare la fumata bianca tra la Roma e Totti è lo stesso Walter Sabatini. Quasi come fosse davvero tutto già pronto, anche se poi — in realtà — delle sfumature da sistemare ci sono ancora. Del resto, ad ammetterlo è lo stesso Francesco Totti alla partenza per Dubai, seppur con un sorriso che fa pensare davvero ad una fumata bianca in arrivo. «Il rinnovo? Ancora niente, aspettiamo — ha detto il capitano giallorosso — La cosa più importante è che la società abbia fatto chiarezza sul fatto che non è mai stata una questione economica. E non lo sarà mai. Anche perché non ho mai parlato di soldi. Gli ho fatto solo una piccola richiesta, che poi valuteremo insieme».

NODI E SOLUZIONI – E qual è, allora, questa piccola richiesta? Di fatto, avere già ora chiaro cosa Totti andrà a fare a partire dal giugno 2017 e cioè da quando smetterà di giocare. In soldoni, che ruolo avrà per quei sei (o più?) anni da dirigente già previsti da un contratto in essere. Il capitano della Roma ha chiesto un ruolo da direttore tecnico, per mettere al servizio del club la sua competenza in materia calcistica. Ruolo su cui peròPallotta sta riflettendo, anche per non creare «ombre» intorno a Spalletti (che non gradirebbe averne, anche se poi è stato proprio lui ad offrire ad esempio a Totti il ruolo di suo vice), considerati i rapporti degli ultimi mesi. Per il presidente, insomma, sarebbe più opportuno un ruolo da ambasciatore del club e per questo avrebbe pensato anche a portarsi Totti in America per qualche mese a carriera finita, in modo di «istruirlo» su alcuni aspetti fondamentali come le lingue (inglese in particolare) o aspetti manageriali. Una full immersion, per permettere a Totti di arrivare il più preparato possibile al nuovo ruolo. E allora dove il possibile punto d’incontro? Probabilmente in un ruolo, quello di dirigente operativo, la cui dicitura è molto più generica e malleabile (nelle funzioni e nei compiti) senza il rischio di creare fastidiosi malintesi.

GLI AMICI – In attesa della fumata bianca, che arriverà nel corso della prossima settimana, sono prima Nainggolan (con un video in cui canta "Roma, Roma, Roma" con la figlia Aisha e con dedica speciale per Francesco) e poi Florenzi a tessere le lodi di Totti: «Quando entra in campo la carica te la trasmettono i tifosi, che appena lo vedono alzarsi dalla panchina esplodono di gioia e fanno sì che l’ambiente diventi speciale — dice l’esterno al sito della Roma —. Francesco bisogna vederlo tutto l’anno e capire come si comporta con il gruppo e come ci fa stare bene. Sul campo poi non ci sono altri commenti da fare. È un campione, ha qualcosa in più che lo rende unico». Come il fatto di giocare fino a 40 anni, traguardo oramai in arrivo.

 

Fonte: La Gazzetta dello Sport - Pugliese

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom