Rassegna Stampa

Totti, gol e contratto

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 17-09-2013 - Ore 09:15

|
Totti, gol e contratto

 I numeri nel calcio difficilmente tendono a sbagliare. Così come gli incroci, le coincidenze e le statistiche, che quando si nomina il nome di Francesco Totti hanno costantemente bisogno di essere aggiornate.

La terza giornata di campionato si conclude, ancora una volta, sotto il segno del numero dieci, il trascinatore con la fascia al braccio della conquista romanista sulla vetta del campionato.[...] 

Il solito capitano che ieri a Parma ha condotto la rimonta dei suoi siglando il gol 228 in campionato, il numero 19 contro gli emiliani, la sua vittima preferita. Totti non segnava in campionato proprio dalla sfida del Tardini dello scorso anno. «Diciamo che il Parma in generale è una squadra che mi ha portato fortuna – ha scherzato a fine gara – ma ci sono tante squadre da affrontare, quindi spero di segnare ancora. L’importante però è che la Roma vinca sempre».

Un successo dai molteplici significati, arrivato con carattere e personalità dopo essere andati sotto per la volta in stagione. «È una serata importante, volevamo vincere a tutti i costi perché era tantissimo tempo che non riuscivamo a far coincidere le prime tre partite con tre vittorie. Con questa mentalità e questo spirito possiamo dire la nostra, ma rimaniamo con i piedi per terra perché il campionato è ancora lungo». Anche perché tra una settimana all’Olimpico sarà tempo di affrontare i fantasmi di un derby, che dopo i vissuti del 26 maggio avrà un sapore e un’importanza superiore al comune. Questa volta Totti preferisce rimanere concentrato: «Ci arriviamo con 9 punti, sicuramente con lo spirito giusto. Sappiamo che è una partita difficile, diversa, ma se la affrontiamo come sappiamo diventerà una bella partita». 

Il rinnovo del contratto è soltanto una formalità, qualche giorno di attesa poi arriverà la firma su un biennale a cifre minori, che lo porterà a sfiorare la soglia dei 40 anni ancora sui campi di calcio. A confermare il tutto ci ha pensato prima della partita il dg Baldissoni: «Per il contratto di Francesco ci sono soltanto poche cose da sistemare. Ormai mancano soltanto i dettagli. Non so se faremo in tempo a concludere il tutto alla presenza di Pallotta, ma questo non è importante». Il numero uno romanista è atteso domani nella capitale, pronto a sbarcare dagli States per assistere al derby e in caso ufficializzare l’ultimo passaggio che consegnerà Totti per sempre alla Roma. L’accordo tra le parti è già stato trovato nei giorni scorsi, due anni a cifre più basse (circa 3,5 milioni) e un contratto pluriennale da dirigente quando gli scarpini saranno appesi al chiodo. «Non c’è un’età. Ho sempre desiderato di indossare un’unica maglia perché è quella che tifo e che ho sempre amato. La onorerò fino alla fine e finché potrò[...]

Fonte: (Il Tempo – A.Serafini)

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom