Rassegna Stampa

Totti in Brasile, sì con riserva

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 21-03-2014 - Ore 08:21

|
Totti in Brasile, sì con riserva

Prandelli dice sì, anche se con riserva. Il Ct raccoglie la candidatura di Totti per un posto ai Mondiali in Brasile. E lo fa con stile. «Mi fa enormemente piacere», commenta, «che un grande campione, uno dei più grandi del dopoguerra, che tuttora gioca, dia la possibilità al Ct di pensare eventualmente a lui».

Sono i postumi di un’intervista la cui eco non s’è ancora spenta, sono gli effetti delle parole del Capitano a “Il Romanista” prima e a “Sky Sport” poi. Queste. E Totti ce lo porterebbe Totti in Brasile?, era stata la domanda. «Perché no? Se sta bene, ce lo porterei», era stata la risposta di Francesco, al “Romanista”. Il day after, Totti ha replicato. «Mi è stato chiesto se volessi andare e ho risposto con semplicità», ha spiegato Sua Leggenda a Sky. Aggiungendo subito dopo: «Se Prandelli mi dovesse portare, sarei orgoglioso, il Mondiale in Brasile non mi ricapiterà mai più. Sarà importante la mia condizione fisica, però. Se è una Nazionale competitiva? Spero che possa arrivare fino in fondo, ha le capacità per andare lontano e l’Italia è sempre arrivata almeno in semifinale».

Gli italiani, per inciso, in Brasile ce lo vorrebberro. O almeno quella parte di italiani che vota i sondaggi di Sky: per il 72% – dato di ieri – la risposta è sì. Anche Prandelli sembra solleticato dall’idea di portare ai Mondiali un’eccellenza del nostro calcio, uno dei campioni più ammirati all’estero, un’icona per chiunque ami questo sport. «Non mi ha mai chiamato e non credo mi chiamerà», aveva detto Totti al “Romanista”. Ieri il Ct ha preferito dialogare “a distanza” con Francesco. Una modalità forse non troppo appropriata considerando il peso specifico dell’interlocutore: Totti non è un esordiente, ha vinto un Mondiale, è stato campione d’Italia, ha 22 anni di calcio alle spalle e magari allora una telefonata sarebbe una cosa carina.

Comunque, questo è il pensiero del Ct: «Mi fa enormemente piacere che un grande campione, uno dei più grandi del dopoguerra, che tuttora gioca, dia la possibilità al Ct di pensare eventualmente a lui. Questo per me è un atto di grandissima considerazione, i grandi campioni hanno anche i momenti giusti per mandare i messaggi. Prima dell’infortunio Totti aveva una condizione fisica straordinaria, ora la sta ritrovando. Lui ha detto che ovviamente si deciderà solo dopo aver verificato la condizione fisica. Quindi non è solo un discorso tecnico, perché da un punto di vista tecnico Totti è inattaccabile. L’età è quella che è, anche se sta dimostrando di reggere i ritmi, ma in Brasile c’è qualcosa di più. Valuteremo la condizione fisica».

Totti è pronto a dare una mano al Ct, qualora gli venga chiesto. È un’apertura importante, è un assist al bacio per la Nazionale, è una prodezza – stavolta fuori dal campo – di un mito senza tempo. Ora sta a Prandelli fare gol.

Fonte: Il Romanista/D.Galli

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom