Rassegna Stampa

“Totti in Nazionale all’Europeo”: tre italiani su quattro in pressing su Conte

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 03-05-2016 - Ore 19:15

|
“Totti in Nazionale all’Europeo”: tre italiani su quattro in pressing su Conte

GAZZETTA.IT  –  L’amore di Roma per Francesco Totti è così unico da risultare inspiegabile fuori dal suo impero. Ma i numeri li capiscono tutti e la bellezza di una storia magica emoziona chiunque: così, dopo la meravigliosa punizione con cui il Capitano ha avviato l’ennesima rimonta giallorossa dell’ultimo mese, adesso è tutta l’Italia (o quasi) che abbraccia virtualmente il suo ultimo grande numero 10. Era e forse è soltanto una provocazione quella che la Gazzetta ha lanciato sul proprio sito a pochi minuti dal fischio finale della gara col Genoa, ma la risposta non lascia dubbi: su 12 mila votanti,tre su quattro vogliono Totti in Nazionale all’Europeo.

CONDIZIONE — Le motivazioni principali che spingono gli appassionati a chiedere un calciatore di 39 anni in Francia sono due: la prima è relativa alle prodezza di Totti, capace di segnare un gol ogni 14 minuti nelle ultime 4 partite giocate. Considerando anche quella precedente, col Bologna, la media peggiora, ma salgono il numero di gare in cui i giallorossi hanno rimontato o comunque vinto dopo l’ingresso del capitano: con Bologna e Atalanta erano sotto e hanno pareggiato, col Toro sono passati da 1-2 a 3-2, con Napoli e Genoa pareggiavano e hanno vinto. La seconda motivazione è relativa ai “concorrenti“: “I vari Pellè, Insigne, Okaka, Zaza e compagni non sono meglio di lui, io lo porterei“, si legge nel commento di un lettore.

PART-TIME — Totti decise di lasciare la Nazionale dopo il Mondiale del 2006 giocato in condizioni non ottimali a causa di un grave infortunio. Poi, però, quando Lippi tornò in azzurro, lanciò segnali di apertura. Alla fine la sua ultima gara con l’Italia è rimasta la finale con la Francia che ci regalò il titolo mondiale. Giocò 61 minuti, poi uscì. Oggi la richiesta che i lettori fanno all’attuale c.t. è opposta: “Considerando il panorama che abbiamo in Italia, Conte potrebbe portarlo per concedergli 30 minuti a partita: potrebbero darci un valore aggiunto ineguagliabile per altre squadre“. È quello che Spalletti sta facendo a Roma: lo fa entrare alla fine e lui risolve. Chissà se dalla provocazione si passerà alla realtà.

Fonte: Gazzetta.it

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom