Rassegna Stampa

Totti, l’Olimpico è diventato un tabù

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 12-01-2014 - Ore 10:30

|
Totti, l’Olimpico è diventato un tabù

All’Olimpico non segna dall’8 aprile, su rigore, nel derby di ritorno dello scorso campionato. Per risalire all’ultimo gol su azione, invece, bisogna scorrere il calendario fino al 16 febbraio, quando diede un dispiacere al suo amico Buffon regalando alla Roma di Andreazzoli la vittoria contro la Juventus. In questa stagione Francesco Totti ha realizzato tre reti, tutte lontano da casa: il 16 settembre è andato a segno al Tardini, contro il Parma, il 5 ottobre ha realizzato una doppietta a San Siro che è servita a battere l’Inter. Poi più niente, complice anche l’infortunio alla coscia che lo ha tenuto fuori per due mesi.

 

Nella sfida contro il Genoa, squadra a cui ha segnato cinque volte in carriera, il capitano giallorosso ha l’occasione per rompere un, per lui, inconsueto digiuno casalingo. Nell’altra squadra di Genova, la Sampdoria, finirà invece in prestito Leandro Paredes,che la Roma ha preso dal Boca Juniors. Manca l’ufficialità ma l’allenatore del Boca, Carlos Bianchi, ne ha parlato ieri. «Credo che i sei mesi che Paredes giocherà con la Sampdoria faranno bene al ragazzo, che sarà più pronto quando andrà alla Roma». Particolare curioso: nel 1996 Bianchi era l’allenatore della Roma che consigliò ad un giovanissimo Francesco Totti di andare a «fare esperienza» proprio alla Sampdoria. Per fortuna della Roma e di Totti, le cose andarono in maniera diversa.

 

Fonte: Corsera

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom